Migliori action cam: le 4 per registrare al meglio ogni singolo attimo

Action cam sony su accessorio

Avete mai pensato di portare con voi una reflex, o peggio ancora una telecamera professionale, mentre state facendo nuoto, snowboard, free climbing oppure un lancio con il paracadute? Sarebbe alquanto scomodo dover registrare questi fantastici momenti con oggetti di questo genere che sono molto ingombranti non trovate? Bene la tecnologia degli ultimi tempi ci viene incontro proponendoci videocamere (con qualità altamente godibile) molto piccole. Stiamo parlando di Action cam! Queste fantastiche camere hanno dimensioni di gran lunga ridotte rispetto agli strumenti professionali e, con qualche compromesso, ci permettono di registrare anche i momenti più estremi con grande comodità.


Sul mercato troviamo una miriade di prodotti riguardanti questo campo, dalla blasonatissima GoPro  alle dirette concorrenti Sony Xiaomi per poi passare alle “cinesone” che cercano di rivolgersi ad un pubblico più vasto. Ma scopriamo insieme quali sono le migliori.


GoPro Hero 7 Black

Hero 7 Black

La miglior action cam ?

Funzionalità

Costo

Valutazione

Pioniera di questo formato di videocamere, la GoPro Hero 7 Black è sicuramente una delle migliori action cam in circolazione, sia per quanto riguarda il comparto hardware che per il software per la gestione ma scopriamo insieme se può meritare il titolo di miglior action cam in commercio.

Materiali ed assemblaggio in questa cam sono davvero al top,è leggera quanto basta, offre un ottimo grip ed è la migliore action cam impermeabile, infatti può essere immersa fino a ben 10 metri senza dover usare per forza degli accessori. Monta un sensore da 12 mpx, una lente wide con apertura focale da 2.8 ed il solito processore GP1. Stavolta però con 2 gb di memoria ram che rendono il sistema davvero fluido. Presente il Gps che funziona molto bene e la tecnologia Hdr che permette di scattare foto fantastiche.

Per quanto riguarda la qualità video parliamo di una delle action cam migliori in commercio. La risoluzione supportata arriva fino al 4k a 60fps, ma volendo si può optare per 2k a 120fps o addirittura in full hd si raggiungono anche i 240fps per dei super slowmotion sensazionali( si dimezzano gli fps in modalitaà superview con grandangolo attivo). Il sensore offre una qualità video decisamente ottima anche in comparto fotografico. Infatti, grazie anche all’ HDR, la GoPro riesce ad effettuare riprese e scatti con un’ ottima definizione, comportandosi bene anche con i “controluce”.

Plus non indifferente sulla GoPro è anche la possibilità di “appiattire” l’orizzonte nonostante il super grandangolo. Grazie a questa funzione si riesce ad effettuare riprese con un campo visivo strepitoso senza doversi preoccupare però del fastidiosissimo effetto fish eye!

Altro aspetto importante da considerare è la presenza di un fantastico display LCD da 2″ che ci permette di interagire attivamente con la moltitudine di settaggi della cam e di rivedere immediatamente i nostri scatti e le nostre riprese. Cosa che è possibile fare anche dallo smartphone grazie al completissimo software fornito da GoPro, forse uno dei migliori programmi per la gestione di una action cam, esso è semplice, completo ed intuitivo e gode di una velocità di trasferimento senza eguali.

Il software infatti, rispetto alla versione precedente , è stato completamente rivisto e svecchiato. L’interfaccia, già ottima, è stata resa ancora più user friendly e sono state inserite delle nuove funzioni che aiutano l’utente a creare degli effetti video senza avere troppa dimestichezza con il montaggio. Soprattutto il time warp che consente di creare video temporizzati impostando solo l’intervallo e la velocità. Al resto ci pensa GoPro!

Lo stabilizzatore è gestito in maniera egregia dal software interno nonostante non sia ottico bensì digitale. Con l’ultima versione , GoPro ha raggiunto livelli più che soddisfacenti con un sensore che funziona davvero bene. Rispetto alle versioni precedenti inoltre, la GoPro Hero 7 Black è in grado di stabilizzare l’immagine in qualunque risoluzione grazie al nuovo sistema HyperSmooth. Restano comunque alcune condizioni di ripresa dove la mancanza dello stabilizzatore ottico si fa sentire.

Per quanto riguarda la possibilità di connessioni la GoPro Hero 7 ha tutto ciò che serve, slot micro sd, usb tipo C per la ricarica ed il collegamento di un microfono esterno usb, wifi, bluetooth, comandi vocali e altro ancora.

Ultimo plus, ma non per importanza, il design ed il form factor di questa GoPro Hero 7 Black sono rimasti pressocchè invariati rispetto ai modelli precedenti, il chè la rende compatibile con tutti gli accessori delle precedenti generazioni. Visto il costo di questi ultimi, chi ne aveva già acquistati ringrazierà!

Se fino ad ora la Hero 7 Black però potrebbe sembrare esente da difetti dobbiamo smentire con alcune note dolenti.

La qualità dell’audio registrato è accettabile e ,nonostante i 3 microfoni posizionati su di essa, è spesso leggermente impastato. Ci si aspetterebbe un suono più pulito da una action cam che dovrebbe essere il leader del settore.

La batteria in ripresa continua non dura più di un’ora il chè, da una action cam che costa 400 euro potrebbe dar fastidio, l’elenco connettività si limita ad uno slot micro sd,un connettore hdmi ed un usb tipo c, dunque manca l’ingresso di tipo jack da 3.5 per un microfono esterno .
E’ sprovvista inoltre di una vite universale per gli accessori, dal funzionamento datato tra l’altro , dunque bisogna collegare la camera ai suoi accessori tramite un adattatore esterno che ne peggiora l’ingresso audio il quale non è comunque perfetto.

Il nuovo software poi, rivisitato e corretto, ha spesso dei bug, non è troppo stabile e a volte risulta lento. Non sappiamo se GoPro correrà ai ripari ma per il momento la situazione non è delle migliori. Un vero peccato per un software così ben fornito e intuitivo.

Dunque, possiamo considerare questa GoPro Hero 7 sicuramente come la miglior action cam subacquea, in quanto dotata di impermeabilità nativa, ma lasciamo a voi la decisione finale. Sarà lei la regina delle action cam?

In breve

Pro

  • Qualità complessiva al top
  • Display integrato con altoparlante
  • Impermeabile
  • Qualità fotografica al top
  • Software completo
  • Ottima stabilizzazione digitale
  • Numerosi effetti a disposizione

Contro

  • Costo elevato
  • Dotazione di serie molto scarsa
  • Assenza di un connettore jack
  • Registrazione audio mediocre
  • Batteria scarsa
  • Software interno lento e con qualche bug
  • Accessori datati

Link

amazon_button_table

Sony FDR-X3000R
Sony

L’ action cam dei ricchi

Funzionalità

Costo

Valutazione

Sony è ai vertici per quanto riguarda la qualità di ogni singolo prodotto che inserisce sul mercato. Non è da meno con questa Sony FDR X3000; una action cam di qualità, affidabile ed efficiente che fa concorrenza diretta alla blasonata GoPro.

In quanto a specifiche tecniche sono molto simili, qualità costruttiva ottima da entrambe le parti, definizione e settaggi al top ed un ottimo software gestisce al meglio entrambe le cam.

Il comparto video è davvero ben fornito, la qualità delle foto e dei video è di ottimo livello e le risoluzioni supportate sono 4k a 30 fps, Full HD a 120 fps e con il 720p si può arrivare fino a 240 fps. Un gradino sotto a GoPro forse per quanto riguarda la risoluzione ed il frame rate, ma non ha nulla da invidiare per quanto riguarda la qualità generale delle riprese. Ciò che rende questa action cam Sonyuna delle migliori è sicuramente la stabilizzazione ottica di cui dispone. Infatti grazie alla stabilizzazione fisica, a differenza della GoPro, le riprese fatte con questa FDR X3000 sono sempre ben stabilizzate e pulite.

Altra punto forte della Sony è sicuramente la parte audio, ha un microfono tarato quasi alla perfezione e riesce ad effettuare registrazioni pulite di qualità anche in condizioni sfavorevoli, ad esempio quando c’è vento. Inoltre in questa action cam troviamo la possibilità di inserire un microfono esterno tramite l’ingresso jack da 3.5 separato dalla porta HDMI.

Detto questo la dotazione di questa action camera è davvero buona, oltre ad avere l’ingresso micro usb per la ricarica, possiamo inserire una micro sd per espanderne la memoria, abbiamo a disposizione l’ingresso HDMI ed il jack da 3.5. Ovviamente i collegamenti alla camera possono avvenire sia bluetooth che wifi. Inoltre, a differenza della GoPro, questa action cam possiede un attacco a vite universale per agganciarla a qualsiasi tipo di accessorio.

Ad arricchire le molteplici qualità di questa camera poi troviamo la confezione, davvero molto ricca che comprende la cam,il cavetto di ricarica, una custodia che la rende impermeabile fino a 60 metri, il telecomando di controllo remoto ed i vari supporti associati ad esso. (una fascia da polso ed il suo supporto dove poter collegare insieme la camera ed il telecomando).

Parlando di questo telecomando possiamo ricollegarci ai piccoli difettucci che appartengono a questa Sony FDR X3000. In primis l’assenza di un display integrato. Il display infatti è posto su un telecomando remoto e permette solo di rivedere il video girato senza audio. Inoltre la presenza di questo display separato influisce negativamente sulla durata della batteria dovendo sfruttare la connessione wifi per connettere i dispositivi.

Batteria che infatti dura, con uso continuo in FullHD, poco meno di due ore. Poco se consideriamo i tempi di ricarica completa di circa due/tre ore!

In breve

Pro

  • Qualità complessiva al top
  • Audio di altissima qualità
  • Stabilizzatore ottico
  • Qualità fotografica ottima
  • Software immediato e intuitivo
  • Vite universale
  • Jack da 3.5 per microfono esterno
  • Dotazione di serie completa
  • Super Slowmotion

Contro

  • Costo elevatissimo
  • Batteria scarsa
  • Un po’ indietro per risoluzione e framerate
  • Colori poco contrastati

Link

amazon_button_table

Yi 4k+ Action Camera
yi

La miglior action cam 4k cinese

Funzionalità

Costo

Valutazione

Mentre i brand più blasonati si fanno la guerra a suon di prezzi da ricovero, un “piccolo” produttore cinese, inizia a farsi sentire in maniera prepotente nel campo delle action cam. Xiaomi, con la sua Yi 4k Plus Action Camera, ha deciso che sia giunto il momento di far vedere i muscoli a GoPro e compagni.

Robusta, compatta e ben studiata, la Yi 4k Plus fronteggia GoPro Hero 6 Black con caratteristiche molto simili. Dispone di un buon sensore ed un processore davvero performanti che le permettono di girare video fino alla risoluzione massima del 4K a 60 fps. La qualità dell’ immagine è buona in qualunque condizione grazie ad una lente ben fatta e molto luminosa,

Ovviamente il rumore video aumenta in condizioni di scarsa luminosità e lo stabilizzatore funziona solo fino al 4k 30 fps. Poco male dato che la concorrenza non fa di meglio.

Chicca da non sottovalutare è la presenza di un buon display da 2.2″ che risponde abbastanza bene e ci mostra un’ interfaccia funzionale ed intuitiva. Quando andremo ad utilizzare l’ action camera nella sua custodia impermeabile poi, potremo impostare tra le voci del menù l’ utilizzo con singolo tasto. Grazie a diverse combinazioni tramite il tasto di accensione potremmo andare a creare diverse situazioni in questa modalità.

Non mancano poi le varie connettività essenziali quali lo slot per la micro sd, il cavo usb type c (non molto veloce per quanto riguarda il trasferimento dei file) che possiamo sfruttare sia per la ricarica che per il trasferimento di file ed infine anche per collegare un eventuale microfono esterno. Inoltre nella parte sottostante troviamo anche una filettatura per il treppiede, posta in linea con la lente per non creare asimmetrie e dislivelli nell ‘ immagine quando si usa un treppiede.

Visto e considerato che fino ad ora la Xiaomi Yi 4K Plus sembra davvero poter impensierire la GoPro a questo giro, andiamo a scoprire cosa potrebbe giustificare la differenza di prezzo tra le due Action Cam.

Innanzitutto ,parlando di risoluzione ,è vero si che entrambe arrivano a girare video fino in 4K a 60 fps ma la Yi, al contrario di GoPro che fa molto meglio, è davvero carente negli slow motion. La 4K Plus infatti gira super slow motion in full hd solo a 120 fps e necessita della risoluzione 720p per arrivare a girare a 240 fps, cosa che la GoPro riesce a fare già dal full HD. Questo la rende leggermente meno soddisfacente delle più blasonate.

Inoltre il difetto forse più grande sta nell’ apertura della custodia impermeabile e dello sportellino che rivela il connettore usb. Lo sportellino risulta duro e difficile da aprire. Scomodo se non si hanno unghia lunghe o qualcosa di appuntito a portata di mano. Stesso discorso per la custodia subacquea che “risucchia” la lente al suo interno e rende davvero difficile l’estrazione dell’ action camera.

Volendo fare i pignoli, anche il software che gestisce la camera da remoto ,quindi sullo smartphone, non è dei migliori. Graficamente è poco curato anche se comunque abbastanza intuitivo ma non si avvicina comunque allo standard efficientissimo di GoPro.

Questa action camera costa circa la metà rispetto la GoPro Hero 6 Black. La differenza di prezzo è giustificata? Forse, ma considerando le sue potenzialità, le prestazioni che offre, ed il prezzo altamente contenuto, ci sentiamo di consegnarle il titolo di vero Best Buy!

In breve

Pro

  • Qualità ottima
  • Audio di altissima qualità
  • Qualità fotografica ottima
  • Software intuitivo
  • Vite per treppiede
  • Video in 4k a 60fps
  • Prezzo accessibile
  • Display integrato

Contro

  • Vano dello slot USB scomodo
  • Difficile estrarre la camera dalla custodia impermeabile
  • Un po’ indietro per slow motion
  • App poco curata e confusionaria
  • Trasferimento file non velocissimo tramite usb type c

Link

amazon_button_table

Apeman 4k
Apeman 4k

Miglior action cam economica e super accessoriata

Funzionalità

Costo

Valutazione

Parliamo adesso di un oggetto che costa meno di un terzo delle camere più costose. Apeman,come anche tantissimi altri brand cinesi che scopiazzano lo stesso prodotto, offre, ad un prezzo davvero ridicolo una valida alternativa a chi, come la maggior parte di noi, non vuole spendere troppo per provare ad utilizzare questa tipologia di videocamera.

Sempre considerando che il prezzo di questa action cam Apeman oscilla tra i 40 ed i 60 euro, abbiamo un prodotto di discreta fattura. I materiali sono discreti e l’ action cam in mano da una buona sensazione di robustezza nonostante le plastiche siano un po’ leggere. La finitura è comunque buona e integra anche un buon display non touchscreen da 2 pollici. Davvero niente male!

Il sensore è da 20 megapixel e scatta foto di una discreta qualità, per quanto riguarda i video invece dobbiamo considerare che, un’ action cam da 50 euro che gira i video in 4k sicuramente non è proprio il massimo. Infatti la sua risoluzione ottimale sarebbe il full HD a 60 fps ma è in grado comunque di arrivare fino al 4k a 24 fps ed il 2k a 30 fps.

Risoluzioni non proprio godibili al massimo dato il basso frame rate ma comunque accettabili considerando le premesse. Il grandangolo ha un’ estensione massima di 170° e lo stabilizzatore è solo digitale, nulla a che vedere con quello di GoPro, sia chiaro, ma comunque se effettuiamo riprese abbastanza lineari non sobbalza più di tanto.

In quanto a connettività questa action cam ha l’essenziale, porta usb per la ricarica, slot batteria molto semplice da aprire, uno slot per la micro sd ed anche la possibilità di collegare un cavetto mini hdmi che non supporta però un microfono esterno. (C’è da dire comunque che il microfono “di serie” non è nulla di eccezionale: non è il massimo per i concerti insomma!) Sprovvista di bluetooth ma dotata di wifi.

Infine parliamo di software. Quello interno alla action camera è semplice, fluido ed intuitivo mentre l’ app per la gestione remota dallo smartphone ed il trasferimento dei file non è proprio il massimo. Sul Play store possiamo trovare diverse app compatibili ma nessuna di queste è completamente stabile e veloce. Quella con cui ci siamo trovati meglio nella nostra prova si chiama GoAction che permette comunque di sfruttare tutte le doti di questa action camera.

Viene fornita intorno ai 50 euro (prezzo che varia molto spesso su Amazon) dotata già di una pratica valigetta,qualche accessorio, la custodia impermeabile e ben due batterie. Insomma, se siete dei neofiti e volete provare l’esperienza di una camera versatile senza spendere troppo, questa fa al caso vostro e possiamo definirla la migliore action cam economica!

In breve

Pro

  • Qualità complessiva buona
  • Qualità fotografica accettabile
  • Software intuitivo
  • Video in 4k
  • Prezzo bassissimo
  • Display integrato
  • Dotazione di serie molto ricca

Contro

  • App instabile e molto lenta
  • Stabilizzazione solo digitale e di scarsa qualità
  • App poco curata e confusionaria
  • Trasferimento file molto lento
  • Microfono integrato non eccellente

Link

amazon_button_table

Action cam: cos’ è?

Action Camera (GoPro Hero4)

Le action cam, come ogni singolo prodotto tecnologico, nascono da una esigenza. In questo caso parliamo di videocamere dalle dimensioni talmente contenute da stare nel palmo della mano ed una versatilità mostruosa che ci permette di collegarle, tramite adattatori, anche nei posti più impensabili. Ma quindi capiamo bene cosa fare con una action cam. Queste caratteristiche dunque le rendono le compagne ideali per chi pratica sport estremi, per chi deve registrare video senza doversi preoccupare di tenere in mano grosse camere, oppure per chi ama editare i video delle proprie vacanze creando effetti e scene sensazionali.


Utilizzo delle action cam

gopro snow

Queste videocamere sono, come abbiamo già detto, compagne indispensabili di chi pratica sport estremi. Infatti l’utilizzo più massiccio di questi prodotti viene fatto da numerosi sportivi. Chi pratica snowboard o longboard, ad esempio, spesso posiziona la camera sul proprio caschetto o , ancor meglio, sulla punta della tavola per eseguire riprese mozzafiato di grandi corse sulla neve, salti ed evoluzioni creando effetti davvero molto suggestivi.

gopro longboard
gopro surf

Ciò ci fa anche capire che queste action cam ci permettono di effettuare riprese anche in condizioni di acqua, neve, pioggia e fango. Infatti la maggior parte di esse dispone di apposite “custodie” che le rendono impermeabili. Dunque sarà possibile riprendersi anche in sessioni

gopro moto

subacquee, facendo surf o meglio ancora un’ escursione in kayak. Pensiamo poi agli sport che coinvolgono i motori, le riprese fatte ad alta velocità ,ad esempio su una moto, hanno davvero un gran fascino e riscuotono molto successo riuscendo a captare quasi tutte le sensazioni provate dai piloti e trasmetterle a chi guarda i video.

Ovviamente non dobbiamo soffermarci solo sull’utilizzo “action” negli sport ma ,soprattutto negli ultimi anni, i modelli più prestanti hanno fatto breccia anche in altri ambiti. Vengono usate infatti anche durante le vacanze per poi effettuare montaggi dei video ricordi o ,meglio ancora, possiamo dire che sempre più giornalisti le utilizzano per effettuare video recensioni dinamiche. Infine non dimentichiamo che anche una miriade di youtuber ne sfruttano le potenzialità per creare fantastici video da divulgare nel web. Dunque acquistando una action cam potremo davvero sbizzarrirci effettuando riprese emozionanti e suggestive in ogni tipo di situazione.


Praticità

Le action cam però ,per essere sfruttate nel migliore dei modi, non dovrebbero essere acquistate prive di ogni tipo di accessorio. Infatti ,avendo soltanto la camera senza accessori ,potremo comunque effettuare riprese ma ci troveremo in difficoltà in situazioni scomode dovendola tenere in mano e verrebbe meno la reale utilità di queste fantastiche action cam. Per sfruttarle al meglio dunque avremo bisogno di scegliere il giusto accessorio per ogni circostanza.

Ad esempio per l’uso sciistico sarà indispensabile avere la cover impermeabile in primis, per poi scegliere il tipo di “attacco” che andremo ad utilizzare. Possiamo disporre di un selfie stick, vari attacchi per il corpo come pettorine, ganci per lo zaino, attacchi per il caschetto e via dicendo. Per fare belle riprese stabilizzate possiamo affidarci banalmente ad un treppiede se siamo fermi, in alternativa ,per riprese in movimento, possiamo affidarci a delle impugnature stabilizzatrici come la Smooth 4 (per citarne una). Per l’uso automobilistico invece è possibile utilizzare dei bracci a ventosa per collegare l’action cam direttamente sui finestrini.

In termini di praticità dunque questi gioiellini strizzano l’occhio ad un pubblico davvero sconfinato, si prestano a tutto e possono essere utili sia per divertimento che per lavoro, seppur con qualche compromesso prestazionale che scopriremo tra poco.


Caratteristiche e prestazioni

Come scegliere una action cam?

Per scegliere la videocamera action che fa al caso nostro non potremo limitarci sicuramente a fare un salto al MediaWorld ed acquistarne una a caso, magari tenendo conto solo del marchio. Le differenze e le peculiarità offerte dai vari modelli ci porta a spulciare per bene ogni singola caratteristica per capire ciò che ci serve davvero.

Risoluzione e Frame rate

Aspetto indubbiamente fondamentale nella scelta di una videocamera è la risoluzione massima di foto e video. Ad oggi le action cam che troviamo sul mercato variano da una risoluzione minima ,che è l’ HD ,alla massima qualità video del 4k Ultra HD.

HD 1280 x 720 pixel

Risoluzione obsoleta e sconsigliata

Full HD  1920×1080  pixel

Risoluzione attualmente più diffusa. Non eccelsa ma gode di alta compatibilità

Quad HD 2560×1440 pixel

Risoluzione più definita del Full HD ma non al top. Gode di discreta compatibilità con gli attuali monitor e TV.

4k Ultra HD 3840×2160 pixel

Miglior risoluzione attualmente supportata dai dispositivi. Molto definita e dettagliata ma non ancora diffusa al 100%


Tenendo conto di ciò dobbiamo considerare che sulle action cam più economiche non troveremo quasi mai un 2K o un 4K nativi. Queste infatti gestiscono la risoluzione via software “drogando” le risoluzioni più basse.

Inoltre spesso sulle action cam, soprattutto per quanto riguarda il 4K, non si godrà di frame rate superiore ai 25/30 fps. La qualità video non sarà inaccettabile ma neanche molto fluida. Infatti FPS sta per “fotogrammi per secondo”, dunque sapremo che un frame rate di 25 fps renderà un video più “scattoso” e “ballerino” rispetto ad un frame rate di 60 fps che sarà invece fluido e piacevole. Una action cam con un frame rate alto dunque, sarà più adatta rispetto ad un modello che si ferma a 25, e risulterà più a fuoco per immortalare soggetti in movimento cogliendo in pieno la vera essenza di queste videocamere.

Per esagerare esistono alcuni modelli capaci di registrare anche fino a 1000 fps, rendendo possibile i cosiddetti slow motion. Solitamente però salire fino ad un certo numero di fotogrammi per secondo comporta una significativa riduzione della risoluzione. Infatti quella più usata per registrare slow motion è proprio l’ HD

Grandangolo

grandangolo foresta

Grandi immagini o immagini grandi? Di sicuro immagini grandi queste action cam ne catturano. Grazie al loro obiettivo grandangolare infatti, questi piccoli oggettini riescono a catturare un ampio campo visivo. Di obiettivi grandangolari ne esistono a bizzeffe e possiamo trovare camere che ne montano da 150° fino alle più prestazionali con obiettivi fino a 360°.

Il grandangolo più diffuso però è quello da 180° che riesce a conferire alle immagini il famoso effetto “fish eye” ,ovvero la distorsione dei bordi dell’ immagine. In questo caso non godremo di un immagine molto curata nel dettaglio bensì di una notevole espansione del campo visivo. Le camere a 360° invece spesso si affidano a più lenti che svolgono il compito di registrare ogni angolazione per poi,tramite software, andare a creare un unico video.

In ogni caso la regolazione dell’ ultra grandangolo e la qualità dell’immagine stessa può essere, nella maggior parte dei casi, modificata tramite apposite regolazioni software.

Stabilizzatore Ottico o Digitale?

Fattore determinante per la buona riuscita di un video molto frenetico in movimento è sicuramente la stabilizzazione dell’ immagine. Ogni brand gestisce la stabilizzazione in diversi modi, ad esempio sui modelli più economici questa si limiterà ad essere una stabilizzazione digitale che avviene via software. Per i modelli di punta e più costosi invece è spesso presente la stabilizzazione ottica, dunque fisica, dell’ immagine.

Stabilizzatore OTTICO

Dispositivo hardware che segue i movimenti e si adatta ad essi. Immagine fluida e senza sobbalzi.

Stabilizzatore DIGITALE

Correzione software che calcola i movimenti grazie a dei sensori e li rielabora per migliorare l’immagine. Non sempre affidabile al 100%.

Fotografia

reflex

Abbiamo detto sì che le action cam sono principalmente delle videocamere dedite al recording in movimento ma non dobbiamo tralasciare il fatto che esse siano in grado anche di scattare fotografie. Oltre alla possibilità di acquisire fotogrammi dai video registrati, con le migliori action cam si ha a disposizione anche un ottima lente che permette di scattare fantastiche fotografie, sia grandangolari che non.

Ovviamente le foto scattate non saranno quelle di una reflex, ma se si sceglie il modello giusto con una buona dotazione, da 12 fino anche a 20 Megapixel, si riuscirà a godere di scatti davvero suggestivi. Soprattutto se pensiamo alla versatilità ed alla praticità di queste “mini videocamere” che permettono di riprendere situazioni estreme, cosa che con una ingombrante reflex è scomodo fare.

Pensando al comparto fotografico ed a tutte le regolazioni che esso comporta, ci viene sicuramente in aiuto il pratico display, posto sul retro della maggior parte delle action cam che, oltre a semplificare notevolmente l’ utilizzo delle funzioni della macchina, ci permette di avere un’ anteprima di ciò che vogliamo immortalare.

Connettività

La maggior parte delle action cam non è legata al solo funzionamento di ripresa. Ben sì, per stare al passo coi tempi, è divenuto necessario aggiungere su questi dispositivi sempre più modalità di interazione. Di fatti la maggior parte dei modelli è provvisto, oltre alle ovvie porte usb ed ingresso per la micro sd per lo storage, di numerose modalità di connessione ad altri device.

  • Bluethoot
  • Wifi
  • Jack microfono
  • Microfono per comandi vocali
  • USB

Attraverso questi tipi di connettività infatti, alcuni modelli sono in grado di comunicare con apparecchi esterni quali smartphone, laptop, tablet, o meglio ancora telecomandi per il controllo remoto per poi arrivare anche ai comandi vocali.

Come appena detto avere a disposizione queste funzionalità consente di “pilotare” l’action cam anche da altri dispositivi. Sarà comodissimo ,ad esempio, controllare l’avvio o la pausa del video tramite un telecomando a braccialetto mentre siamo in bici o sullo snowboard. Vedere le riprese in live su uno smartphone se abbiamo collegato la cam su un drone in movimento. Grazie a questo collegamento inoltre potremmo salvare direttamente i nostri video su fonti esterne o meglio ancora condividerli molto velocemente sui social.

Pochi modelli dispongono invece della possibilità di collegare un microfono esterno. Funzione da non sottovalutare se si pensa all’ambito lavorativo dove si potrebbe avere il bisogno di un audio pulito e di qualità, oppure in una video guida in movimento dove il microfono integrato potrebbe essere sottoposto ad urti e sobbalzi che ne penalizzerebbero la qualità di registrazione.

Ancora meno sono i modelli dotati di “comandi vocali“, feauture interessante ma non sempre utile.

Accessori

Parlando di praticità abbiamo già accennato la possibilità di collegare la nostra action cam ad una miriade di accessori. I più essenziali di questi a volte vengono forniti in dotazione già all’acquisto della camera, altri invece meno ricercati e più inusuali sono comunque reperibili su Amazon o in molti altri store. GoPro e company ,per parlare delle più blasonate, generalmente si limitano a fornire la cover impermeabile o un gimbal universale.

Action cam in acqua
gopro drone

Questi perchè sono la base tra questi accessori. Infatti è proprio da questi che si partirà per costruire il nostro comparto accessori, ad esempio, sia che siamo in snowboard ,sia che siamo in mountain bike, sia in canoa che in un’ escursione subacquea sarà indispensabile possedere comunque una cover impermeabile, collegata poi con lo snodo necessario. Il gimble invece viene usato principalmente se si vuole attaccare l’action camera su di un selfie stick, su un drone per effettuare riprese dall’alto, o magari un treppiede o meglio ancora uno stabilizzatore se abbiamo bisogno di una ripresa pulita e stabile.

Premesso ciò dobbiamo dire che conviene acquistare gli accessori base di qualità, se non sono già forniti con la videocamera, per poi considerare l’acquisto dei diversi pacchetti “cinesoni” che inglobano in pratiche valigette svariati assortimenti. Alcuni proporranno cover impermeabile,selfie stick, supporto per il casco, pettorina, braccialetto o fascia per la testa( incentrato sugli sport estremi), altri magari includeranno il braccio con ventosa per l’automobile, il supporto da manubrio per motocicletta o bicicletta, gimble per il drone ( incentrato sulla categoria motori), altri saranno un po’ più essenziali ed altri invece li conterranno tutti. Sta a voi scegliere quale accessorio fa al caso vostro.


Pro

  • Dimensioni molto contenute
  • Versatilità
  • Vasta gamma di scelta
  • Ottima qualità dell’immagine
  • Possibilità di ripresa in ogni situazione
  • Ampia scelta di connettività
  • Impermeabilità

Contro

  • Prezzo elevato per alcuni modelli
  • Spesso sovrapprezzate rispetto alla qualità
  • Autonomia non sempre soddisfacente
  • Microfono integrato carente nella maggior parte dei modelli

 GoPro e alternative cinesi: quali sono le action cam migliori?

Se la GoPro viene vista attualmente come il punto di riferimento per quanto riguarda le action camera sappiamo che per molti non è proprio così. Il web ci ha abituato spesso a trovare “cloni” o comunque riproduzioni cinesi per ogni genere di oggetto, dalla tecnologia, alla fotografia, in parole povere “I cinesi ci copiano tutto”. Nessuno sconto per questa categoria di prodotti che si vede rivaleggiare pesantemente dai produttori cinesi che offrono prodotti con caratteristiche simili ai modelli più blasonati, ma che hanno un prezzo nettamente inferiore.

Per approfondire l’argomento  dobbiamo constatare numerosi fattori.

  • L’utilizzo che ne facciamo
  • La qualità dell’immagine che cerchiamo
  • L’importanza che diamo alla qualità dei materiali
  • Quanto andremo a sfruttare le connettività e quindi la funzionalità delle applicazioni fornite per gestire i contenuti
  • Il budget a disposizione

Tenendo conto di questi fattori possiamo andare a scegliere l’action cam che fa per noi.

Distinguendo le action cam “cinesone” da quelle di marchi noti possiamo innanzitutto fare una precisazione. Le “cinesone” tra loro variano davvero per pochissimi elementi, spesso l’unico fattore di distinzione è l’aspetto o al massimo la dotazione di accessori inclusi nella confezione. Elevandoci invece verso le action cam di “fascia alta” ,come GoPro e compagni, ci portiamo su livelli di qualità decisamente maggiori, e riusciamo a delineare differenze peculiari per ogni modello.

Ponendo questi requisiti come metro di giudizio per la nostra scelta andiamo ad analizzare le due “sponde”

Action cam low cost

action cam xiaomi

Parlando delle action cam cinesi i punti a loro favore sono sicuramente il prezzo e la fornitissima dotazione di serie disponibile. Dunque se siamo dei “neofiti”, se non abbiamo la pretesa di fare riprese ultra definite e fluide da usare per lavoro o per video sconvolgenti,  ma vogliamo divertirci a riprenderci in tantissime situazioni, sicuramente le action cam di basso livello sono la scelta giusta.

Tendenzialmente queste sono dotate di lenti di scarsa qualità, grandangoli poco fedeli o comunque abbastanza distorti ed il comparto audio e video non è il massimo quando poi andiamo a trasferire i video su uno schermo più grande. La risoluzione dei video spesso viene spacciata per 4k dai produttori cinesi, purtroppo però questo è spesso limitato nel frame rate a 25 fps dunque le immagini non sono per nulla godibili. Possiamo affermare dunque che queste action cam sono limitate nativamente al 1080p a 60 fps.

D’altro canto però le varie Apeman, DBpower ,Xiaomi ed altre ancora, vengono vendute ad un prezzo davvero ridicolo se paragonato alle cam di fascia alta. Saranno dunque adatte sicuramente a chi ha un budget basso, o a chi magari vuole testare questi prodotti per pensare di passare poi a qualcosa di più performante, avendo comunque tra le mani un oggetto funzionale e completo.

Action cam di fascia alta

action cam sony
Action Camera (GoPro Hero4)

GoPro, Sony ed altri brand più blasonati, al contrario dei produttori cinesi, si fanno battaglia su camere di elevatissima qualità. Di base in questo caso parliamo di prodotti di elevatissima qualità in quanto a lente, sensori, display integrato, microfono e memoria interna.

Insomma parliamo di modelli con prezzi che variano dalle svariate centinaia di euro fino a salire senza problemi a sfiorare il migliaio. Questi prezzi sono sicuramente “giustificati” da una qualità foto/video/audio eccellenti ,in grado di permettere agli amatori di realizzare fantastici video e foto montaggi delle loro escursioni o vacanze, ed ai professionisti di lavorare al top con il massimo della praticità.

Scegliendo una action camera di fascia alta dunque dovremo tenere in considerazione i dettagli peculiari di ogni device per non sbagliare. Bisogna informarsi su un modello che punta più sulla qualità dell’immagine piuttosto che sull’audio da studio, alcuni hanno il display integrato altri modelli hanno dispositivi esterni per il controllo live, come anche i software di controllo variano da modello a modello. Sta a voi scegliere il più semplice o il più completo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *