Baby monitor: i migliori 5 per avere tutto sotto controllo

0

Il baby monitor ci permette di tenere sotto controllo il nostro bambino quando dorme o gioca in tutta sicurezza.
Si tratta di un accessorio irrinunciabile durante i primi mesi ed anni di vita e la scelta sul mercato è davvero vasta, con tante tipologie ed opzioni disponibili.

In questa guida vediamo quali sono i migliori 5 per ogni budget per poi passare a come sceglierne uno in base a quelle che sono le nostre esigenze e tutte le caratteristiche che questi accessori possono offrirci !

Vedremo anche alcune consigli su come utilizzarli al meglio, dove piazzarli e cosa non fare.

Iniziamo con la tabella riepilogativa prima di passare a vedere i modelli in dettaglio.

Migliori baby monitor

Nome
Motorola MBP 33S
Philips Avent SCD620/01
USBONLINE
Arlo Baby
Chicco audio
Foto
Motorola MBP 33S - Baby monitor video digitale con schermo LCD a colori da 2.8", modo eco e visione notturna, bianco
Philips Avent Video Monitor Digitale
USBONLINE Baby Monitor LCD a Colori Wireless Digitale Videocamera IR LED Citofono Visione Notturna Monitoraggio Temperatura 8 Ninnananne Batteria Ricaricabile per Bambini Videosorveglianza Sicurezza
Arlo Baby Sistema di Baby Monitoring, Visione Notturna
Chicco 00007661000000 Always with You Audio Baby Monitor, 0m+
Tipo
Video
Video
Video
Video
Audio
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura
Nome
Motorola MBP 33S
Foto
Motorola MBP 33S - Baby monitor video digitale con schermo LCD a colori da 2.8", modo eco e visione notturna, bianco
Tipo
Video
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura
Nome
Philips Avent SCD620/01
Foto
Philips Avent Video Monitor Digitale
Tipo
Video
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura
Nome
USBONLINE
Foto
USBONLINE Baby Monitor LCD a Colori Wireless Digitale Videocamera IR LED Citofono Visione Notturna Monitoraggio Temperatura 8 Ninnananne Batteria Ricaricabile per Bambini Videosorveglianza Sicurezza
Tipo
Video
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura
Nome
Arlo Baby
Foto
Arlo Baby Sistema di Baby Monitoring, Visione Notturna
Tipo
Video
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura
Nome
Chicco audio
Foto
Chicco 00007661000000 Always with You Audio Baby Monitor, 0m+
Tipo
Audio
Comunicazione a due vie
Visione notturna
App per smartphone
Ninna nanna
Controllo temperatura

Motorola MBP 33S

baby monitor Motorola MBP 33S

Il miglior baby monitor in assoluto

Funzionalità

Costo

Valutazione

Questo baby monitor Motorola offre tante funzionalità e qualità ad un prezzo davvero competitivo, rendendolo così la scelta di chi vuole un prodotto ottimo per tenere sotto controllo il bambino.

La qualità del video è ottima e le immagini vengono mostrate molto nitidamente sul display da 2.8 pollici presente sull’unità del genitore.
Quest’ultima è molto ben realizzata ed intuitiva da utilizzare e dispone di un supporto estraibile nella parte posteriore che permette di posizionarla ottimamente anche su un tavolo o superfici piane. Nel caso in cui dovessimo allontanarci troppo – difficile vista la portata fino a 300 metri del dispositivo in spazi aperti -, l’unità emetterà un avviso.

Grazie al visore infrarosso è possibile osservare anche il bambino in situazioni di buio e la telecamera dispone di una funzione zoom controllabile da remoto che permette di inquadrare i diversi dettagli.

Anche l’audio è molto chiaro ed essendo a due vie permette di poter parlare al proprio bambino direttamente tramite la telecamera.
Grazie inoltre ai vari tasti posti sul monitor, è possibile regolare il volume in uscita e la sensibilità del microfono, così da poterli adattare a diverse situazioni e distanze. I led nella parte superiore allo schermo servono proprio a mostrare il livello dei suoni in entrata, un pò come in un mixer.

Fra le altre funzioni disponibili c’è quella che permette di riprodurre delle ninne nanne al bambino, la lucina notturna ed il termometro che permette di tenere sotto controllo la temperatura della stanza in cui si trova il bambino.

Per garantire una sicurezza molto elevata, il segnale è criptato in modo da non poter essere intercettato da altri dispositivi presenti nei dintorni.

Complessivamente questo è per noi il miglior baby monitor disponibile: esistono indubbiamente prodotti di qualità superiore e con un numeri di funzioni ancora più ampio – ne vedremo più giù nell’articolo – ma a costi decisamente più elevati.
Fra le caratteristiche che si sarebbe piaciuto avere ma mancano troviamo la possibilità di poter utilizzare il telefono per controllare il tutto.

In breve

Pro

  • Prodotto eccellente e completo
  • Funzioni aggiuntive

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Link

amazon_button_table

Philips Avent SCD620/01

Un ottimo baby monitor da un marchio ben affermato

Funzionalità

Costo

Valutazione

Per noi questo della Philips indubbiamente un eccelente monitor baby: riesce infatti ad unire qualità e funzionalità avanzate pur mantenendo un costo accessibile rispetto ad altri modelli di simili caratteristiche.

La telecamera è facilmente posizionabile e trasmette immagini ed audio davvero nitidi all’unità genitore che con un piccolo display da 2.7 pollici mostra chiaramente cosa sta accadendo. Per chi volesse esiste anche una versione alternativa che si differenzia per uno schermo più grande da 3.5 pollici, ma il prezzo sale di molto.

La connessione tra i due dispositivi ha una portata massima di 300 metri – che ovviamente si riducono in presenza di ostacoli e muri – ed avviene in tutta sicurezza rendendola privata e non accessibile ad esterni.
L’audio è a due vie a volume regolabile, in questo modo è possibile parlare al proprio bambino direttamente dall’unità genitore, dalla quale si possono anche far partire ben 5 ninne nanne a distanza.

L’autonomia è di circa 10 ore, e come ci si aspetterebbe la telecamera è dotata anche di visione notturna.
Peccato che non ci siano sensori come quello della temperatura o la possibilità di zoomare: alla fine della giornata per il prezzo a cui viene proposto, è un eccellente baby monitor.

Sempre nella serie Avent di Philips si possono trovare altri modelli molto validi sia di fascia inferiore che superiore.
Fra quelli che ci piacciono di più c’è indubbiamente quello Smart che permette di utilizzare il proprio smartphone per controllare il tutto ed include un’ampia gamma di sensori extra.
Preparatevi però a pagarlo profumatamente.

In breve

Pro

  • Audio e video in ottima definizione
  • 300 metri di portata
  • Costo proporzionato

Contro

  • Nessun sensore di temperatura
  • Telecamera non controllabile da remoto

Link

amazon_button_table

USBOnline Baby Monitor

Eccellente nel rapporto qualità/prezzo

Funzionalità

Costo

Valutazione

Marchio meno conosciuto nel settore, USBOnline propone questo modello che per noi è il miglior baby monitor per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo.

Sia la qualità video che quella audio sono ottime: funziona bene anche al buio grazie al sensore infrarossi, mostrando immagini a fuoco fino ad una distanza massima di circa 5 metri.
Il display presente sul ricevitore è da 2 pollici, e sempre sullo stesso troviamo una serie di tasti che permettono di assolvere a diverse funzioni tra cui la possibilità di parlare tramite la telecamera – audio a due vie – e quella di far partire una delle 8 ninne nanne disponibili.

Anche la ricezione è buona: il produttore non specifica espressamente una distanza massima, ma anche se posto su due piani diversi questo baby monitor funziona egregiamente.
Molto utile anche la funzione che consente di controllare la temperatura nella stanza del bambino.

Unico difetto da sottolineare è la durata della batteria non eccellente, ma in compenso può essere utilizzato tramite rete elettrica ed il cavo fornito è abbastanza lungo da non rendere tale operazione scomoda.

In breve

Pro

  • Ottimo rapporto fra qualità e prezzo
  • Visione al buio e sensore di temperatura

Contro

  • Durata della batteria

Link

amazon_button_table

Netgear Arlo Baby

baby monitor netgear arlo baby

Un baby monitor smart e pieno di sensori per un extra livello di sicurezza

Funzionalità

Costo

Valutazione

Arlo Baby è un interfono per bambini che offre un’ampia gamma di funzionalità ed una qualità eccellente.
Dopotutto abbiamo già parlato degli accessori della famiglia Arlo nel nostro articolo sulle telecamere IP, con pareri davvero positivi espressi a riguardo.

Il design di quest’oggetto è particolare e simpatico, offrendo già qui un punto di differenziazione rispetto agli altri modelli: grazie a delle parti in plastica esso può infatti assumere l’aspetto di un coniglio, un cagnolino od un gattino.

La telecamera, dalla costruzione molto solida, nasconde un sensore che registra immagini in qualità fullHD con un angolo visivo che può essere regolato dai 90° fino ai 130° ed il tutto può essere controllato remotamente.
Anche la visione notturna è eccellente e la messa a fuoco non lascia di certo a desiderare.

Fra i vari sensori ne troviamo anche uno di movimento che è in grado di avvertire se il bambino si sta muovendo: tramite l’app è possibile selezionare le aree interessante, così da far partire l’allarme quando il bimbo si muove e non quando il gatto passa all’interno dell’angolo visivo.

L’audio è a due vie ed è possibile riprodurre una delle 6 ninna nanne installate, o anche caricare canzoni e messaggi audio personalizzati.
Grazie un sistema interno riesce inoltre ad inviare un avviso sul telefono quando il bambino sta piangendo – filtrando in automatico gli altri rumori.

Come avrete intuito non è presente un’unità genitore, ma il tutto viene gestito attraverso il proprio smartphone e la relativa applicazione che è in grado anche di controllare telecamere multiple dovesse verificarsi tale necessità.

Tra le altre caratteristiche degne di nota segnaliamo la luce notturna con colore selezionabile ed il sensore ambientale che oltre a misurare la temperatura della stanza controlla anche altri parametri come l’umidità e la qualità dell’aria.

In definitiva di tratta del miglior baby monitor per numero di funzioni e qualità di costruzione, decisamente adatto a chi ha un budget elevato da spendere su questa tipologia di accessorio.

In breve

Pro

  • Qualità audio e video eccellenti
  • Sensore del controllo dell’aria
  • Controllabile tramite smartphone

Contro

  • Costo elevato

Link

amazon_button_table

Chicco Always with you

baby monitor chicco

Un’opzione economica ma efficace

Funzionalità

Costo

Valutazione

Il baby monitor Chicco chiamato Always with me è l’opzione economica per questa tipologia di accessorio.
Si tratta infatti di un interfono per bambini dotato solamente di capacità audio ma non video.

La qualità del segnale è ottima e grazie ad un sistema chiamato Dect Technology, che riduce le interferenze a 0.
La portata massima è di 300 metri senza ostacoli, e nonostante in un appartamento vada a ridursi, rimane comunque ottima, non presentando problemi di segnale fra due piani diversi.

La sensibilità del segnale ed il volume possono essere inoltre regolate secondo 10 diverse opzioni ed è presente un’opzione silenziosa che notifica comunque la presenza di rumori nella stanza dove è posto il rilevatore grazie ad una serie di led.

L’autonomia delle batterie è di circa 3/4 ore, ma può essere tranquillamente utilizzato con il cavo di alimentazione.

La Chicco offre diverse soluzioni di monitor baby oltre a quella qui sopra che includono anche un sistema video e funzionalità più avanzate.

In breve

Pro

  • Buon baby monitor economico

Contro

  • Poche funzionalità

Link

amazon_button_table

Ora che abbiamo visto quali sono i migliori baby monitor vediamo come sceglierne uno vedendo nel dettaglio tutte le caratteristiche che ci servono o di cui possiamo fare a meno.

Prima di tutto vediamo brevemente le varie tipologie diponibili

Tipologia di baby monitor

Principalmente possiamo dividere questi accessori in 3 categorie:

  • Audio – Sono quelli più base ed anche i primi ad essere stati inventati. Oggigiorno hanno sistemi anti interferenze per avere un ottimo segnale e sono molto diffuso grazie al costo davvero contenuto: dopotutto l’audio è la componente più importante su questo tipo di accessorio.
  • Video – Oltre all’audio sono in grado di trasmette un segnale video. Spesso sono arricchiti con funzioni extra come il controllo della temperatura o la possibilità di zoomare. Garantiscono un maggiore livello di sicurezza e di controllo del bambino.
  • Smart – Sono i baby monitor più recenti, e si caratterizzano per la possibilità di essere controllati da remoto attraverso il proprio smartphone. Hanno costi molto elevati, ma spesso offrono funzionalità davvero avanzate come la possibilità di avere più telecamere, o condividere l’accesso con più persone in casa.

Come scegliere un baby monitor

La prima cosa da chiedersi prima di procedere all’acquisto è quali sono le caratteristiche che vengono incontro alle vostre necessità, ed il budget che avete a disposizione.
Solo così potrete capire rapidamente ed efficacemente su quale modello orientarvi.

Qui sotto vedremo le caratteristiche e le funzionalità che possiamo trovare in un baby monitor.

Portata del segnale

Un fattore molto importante quando si valuta l’acquisto di un baby monitor è la portata de segnale, ovvero la distanza massima alla quale il ricevitore – chiamato anche unità genitore – ed il rilevatore possono lavorare.

Molto spesso questa distanza è indicata espressamente in metri, ma bisogna fare attenzione in quanto il dato si riferisce ad una situazione nella quale non sono presenti ostacoli.
Nel caso di un’abitazione però ci sono pareti e molti altri oggetti come i mobili che fanno così precipitare la distanza massima alla quale il baby monitor è operabile. Questo è vero soprattutto se si tratta di un’abitazione a più piani.

Noi troviamo che range di almeno 200 metri indicato sulla confezione è consigliato: in questo modo vi assicurerete che il segnale è forte abbastanza all’interno anche all’interno dell’abitazione.

Un’altra parentesi da aprire in merito a questo discorso sono le interferenze.
I modelli nuovi non soffrono molto sotto questo punto di vista, ma quelli più vecchi possono presentare disturbi se nell’area sono utilizzati altri apparecchi elettronici.

Qualità e prestazioni video

Nei baby monitor in grado di trasmettere immagini in diretta oltre al semplice suono, la qualità del video e le funzioni ad esso associate possono variare di molto da modello a modello.

La risoluzione delle immagini è sicuramente una cosa a cui far caso in modo da poter avere un video nitido: in questo senso sempre più produttori hanno iniziano ad utilizzare sensori che trasmettono in alta risoluzione.

unità genitore philips baby avent
L’unità genitore del Philips Avent

Tra le altre funzionalità accessorie possiamo trovare anche la visione notturna, che tramite dei led ad infrarossi ci permette di vedere il bambino anche al buio.
Una considerazione importante va fatta però in merito alla distanza di messa a fuoco che tende in genere ad essere di gran lunga inferiore in questa modalità.
Questo significa che la telecamera non dovrebbe essere piazzata ad una distanza maggiore di 3 o 4 metri dal bambino o si rischia di avere un video piuttosto sfocato.

Display

Per i modelli dotati di funzione video, troviamo la presenza di un display sull’unità genitore.

In questo caso non ci sono particolari dettagli a cui far caso se non la dimensione che si aggira generalemente intorno ai 2.5 fino a 3.5 pollici.
Non si tratta certo di schermi ampi, ma sono sicuramente sufficienti per adempire alla funzione di controllare il bambino mantenendo inalterata la portabilità dell’unità genitore.

Audio

L’audio ci permette di capire se il bambino è sveglio, sta piangendo, giocando o dormendo: questo è vero per tutti i baby monitor, ma soprattutto per quelli che non hanno funzioni video. Come abbiamo detto anche sopra, è sicuramente la caratteristica più importante di questa categoria di accessori.

La sensibilità del trasmettitore può essere di solito regolata secondo diversi livelli, così da poter percepire anche i suoi più lievi se necessario.

In alcuni modelli di monitor l’audio viene definito a due vie: questo significa che oltre ad ascoltare possiamo anche parlare attraverso l’unità genitore direttamente all’unità ricevente piazzata in camera del bambino.

Batteria

I baby monitor possono funzionare a batteria, tramite cavo o entrambi.

Quelli con il cavo hanno il vantaggio di evitare il rischio di spegnersi per mancanza di energia garantendo così un’autonomia pressoché infinita.

Quelli a batteria invece sono più versatili e possono essere spostati con facilità, ma in caso di poca carica possono essere anch’essi alimentati con la rete elettrica.

Idealmente una configurazione ideale è quella di piazzare la telecamera del bambino collegata al cavo, mentre l’unità del genitore viene caricata e successivamente utilizzata con le batterie per una maggiore libertà di movimento.

Sensori

Esistono in commercio dei baby monitor che offrono una serie di sensori extra in grado di garantirci una maggiore sicurezza.

app arlo baby
L’app che controlla Arlo Baby

Il più diffuso è indubbiamente quello che misura la temperatura della stanza, ma esistono anche quelli di movimento che permettono così all’unità genitore di inviarci una notifica quando il bambino si sta svegliando.

Su alcuni modelli molto avanzati – e costosi – è perfino possibile trovare dei sensori che misurano la qualità dell’aria, fornendo così utilissime informazioni.

Espandibilità

Alcuni baby monitor, in particolare quelli Smart come ad esempio Arlo Baby, offrono la possibilità di essere espansi.
Questo ci permette ad esempio di installare più di una telecamera e poterle controllare tutte tramite una singola unità genitore – o anche condividendo l’accesso con più persone.

Certo si tratta di un’opzione costosa, ma che può avere i suoi vantaggi ed offrire una maggiore sicurezza e controllo.

Sicurezza

Essendo un dispositivo trasmittente, il segnale di un baby monitor può essere intercettato e spiato: è bene essere ben consapevoli di questa fastidiosa ma concreta possibilità.

I modelli più recenti con tecnologia di segnale digitale offrono un livello di protezione molto elevato ed è difficile che il segnale possa essere intercettato.

I monitor più vecchi però – soprattutto quelli solamente audio – funzionano come una radio su frequenze facilmente captabili. Questo significa che chi abita nelle vostre vicinanze potrebbe riuscire ad intercettare e quindi ascoltare il segnale.

Tutti i baby monitor elencati in questa guida offrono un sistema di protezione atto ad evitare questo tipo di inconveniente.

Prezzo

Il budget è una componente strettamente personale, ma con questo tipo di accessorio è meglio non andare sull’economico.

La motivazione è perchè vogliamo avere uno strumento affidabile e che garantisca la sicurezza del nostro bambino.
I prodotti dal costo troppo contenuto scendono troppo spesso a compromessi, mancando così di funzioni base necessarie.

Dove piazzare il baby monitor

Il posto migliore dove piazzare un monitor per bambini è il muro con un apposito supporto. In questo modo eviterete di farlo cadere e potrete godere di una vista senza intralci.

Se non potete installarlo direttamente sul muro potete approfittare di una mensola o comunque un punto rialzato.
Evitate di posizionarlo vicino al bambino che potrebbe farsi male, soprattutto in presenza di cavi i quali costituiscono un pericolo di strangolamento.

Per concludere

Con questa guida speriamo di avervi aiutato a scegliere il baby monitor migliore per venire incontro alle vostre esigenze.
Ricordatevi che con i bambini la sicurezza non è mai troppa e nonostante questi accessori stiano diventando sempre più completi e solidi non riponete una fiducia totale nel loro utilizzo.

Share.

Leave A Reply