Cisno, una vera e propria macchina del caffè portatile

0

Ci hanno provato in molti come la Wacaco o la Staresso a produrre una macchinetta del caffè portatile, ma tutte hanno fallito nella stessa cosa, ovvero l’acqua doveva essere preriscaldata per ottenere un drink bollente. Immaginate ora di essere in giro, magari facendo hiking: far bollire dell’acqua non sarebbe possibile.

I ragazzi dietro Cisno però sono riusciti a creare una vera e propria macchinetta del caffè portatile che è anche in grado di riscaldare autonomamente l’acqua. Questa viene infatti portata ad una temperatura di circa 90° dalla batteria, per poi ottenere un caffè a circa 65°. Ovviamente è possibile anche versare dell’acqua già calda per velocizzare il processo, che altrimenti impiega circa 10 minuti totali.

Dopotutto a tutti noi piace avere un buon caffè, una bevanda che è parte integrante della nostra cultura oramai da decenni (a proposito, vi consigliamo questo sito pieno di curiosità del mondo del caffè).

Dimensioni compatte e tecnologia

macchina caffè cisno

Questa macchinetta può essere trasportata facilmente data la sua lunghezza di circa 25cm e il peso ridotto di circa 585 grammi. Molto comoda per fare il caffè in auto, al mare in campeggio o anche durante una scampagnata all’aria aperta. La tazzina, tra l’altro, è incorporata nel design alquanto futuristico.

Come accennato prima questa macchinetta è perfino in grado di riscaldare l’acqua autonomamente, ed una ricarica completa della batteria, che si ricarica in circa 2,5 ore, permette di ottenere 3 caffè.
Per fare ciò utilizza delle capsule Nespresso dalle quali estrae con una pressione di ben 15 bar ! La pressione dell’acqua è fondamentale per estrarre gli aromi dai chicchi, è 15 bar sono davvero molti ! Attenzione però, sfortunatamente le capsule devono essere originali in quanto quelle compatibili non funzionano su questo accessorio.

Il suo utilizzo sembra sia molto semplice. E’ infatti presente solamente un bottone centrale che permette di assolvere a diverse funzioni, fra cui appunto l’accensione, l’avviamento ed il controllo del livello di carica residua.

Sicuramente questo accessorio non andrà a sostituire la nostra adorata moka o le macchinette del caffè classiche, ma può essere una simpatica idea regalo per chi è caffè dipendete. L’importante però è avere un buon budget: il costo si aggira infatti supera abbondantemente la centinaia di euro.

 

 

Share.

Leave A Reply