Con Roomba i7+, la smarthome del futuro si pulirà da sola

0

Uno dei principi della domotica è quello di alleggerire le persone da molti dei lavori domestici. In tal senso Roomba i7+ potrebbe risultare un passo in avanti che farà la felicità di molte casalinghe.

Si tratta del robot aspirapolvere più avanzato di sempre: esso non si limita a pulire i pavimenti, ma si svuota dello sporco raccolto in totale autonomia.

Ciò che rende questo possibile è il CleanBase, un meccanismo particolare del sistema che regola il Roomba i7+. Tra le tante funzioni dal sapore fantascientifico, questo dispositivo così avanzato può contare su un contenitore capace di stipare sino a 30 litri di polvere.

In parole povere: per una casa di medie dimensioni, il robot potrebbe mantenere pulita l’abitazione per circa un mese.

Roomba i7+ e CleanBase: due robot in uno

Il sistema Roomba i7+ e CleanBase sono in realtà due veri e propri robot che funzionano insieme. Al termine della pulizia, i7+ va a cercare CleanBase per gestire e scaricare l’ingombrante carico. Una volta che avviene il ricongiungimento, il robot aspirapolvere svuota la pattumiera all’interno del deposito.

Il deposito è internamente costituito da un sacchetto che ricorda in tutto e per tutto quelli utilizzati abitualmente nei vecchi aspirapolvere. Una volta che questo è pieno, è possibile estrarla senza correre il rischio di sporcarsi le mani: polvere e sporco infatti, rimarranno sigillate al suo interno.

Come già accennato, l’introduzione di CleanBase non è l’unica peculiarità in questo robot domestico: per esempio, Roomba i7+ è il primo robot di questo genere in grado di memorizzare le mappe delle tue stanze e dei piani della tua abitazione nella propria memoria. Il dispositivo può anche memorizzare fino a 10 di queste mappe dei piani, ciascuna della dimensione massima di 1.200 metri.

Un’altra feature molto interessata è la possibilità di dare ordini vocali al robot. Una volta che il robot mappa le singole stanze, puoi affidare a ognuna di esse un nome specifico. Con il supporto di Alexa e Google Assistant, è poi possibile comandare l’i7 con frasi come “Ehi Google, pulisci il salotto!” o “Alexa, chiedi a Roomba di pulire la mia cucina!“. Il robot quindi viaggerà direttamente in quella stanza per effettuare le operazioni di pulizia.

Prima di abbandonarsi a facili entusiasmi però, va innanzi tutto specificato come questo dispositivo sia disponibile al momento solo nel territorio nordamericano. Un’altra doccia fredda potrebbe derivare dal prezzo che, con i suoi 949 dollari, si presenta come piuttosto consistente (anche se ampiamente ripagato dalle prestazioni del robot). Da sottolineare anche che i sacchetti (sono presenti due nella confezione al momento di acquisto) vengono venduti in confezioni da tre e costano 15 dollari.

Fonte: Cnet

Share.

Leave A Reply