Migliori cuffie bluetooth: come sceglierle e quali sono le migliori 6

0

Pronti a tagliare la corda ? Fino a non molti anni fa l’unica opzione per ascoltare musica era quella di utilizzare cuffie collegate per mezzo di scomodi cavi ai nostri smartphone, o per dirla meglio, ai nostri lettori MP3.

Le cuffie bluetooth stavano cominciando a fare la loro uscita sul mercato, ma erano poco affidabili, la qualità lasciava molto a desiderare e la loro autonomia era quella di poche canzoni: non abbastanza per compensare il fatto di non avere fastidiosi cavi che si intrecciano di continuo.

Oggi la situazione si è completamente ribaltata: la qualità audio di una cuffia bluetooth è eccellente, l’autonomia di svariate ore ed anche il design ed il comfort hanno subito migliorie.

I modelli sul mercato sono però molti e non si tratta di certo di un accessorio semplice da scegliere, con sigle come Ohm e parole come impedenza.
Noi di Laboratorio Gadget abbiamo scritto questa guida per aiutare a districarvi nella scelta listando le cuffie più performanti e spiegando nel dettaglio gli aspetti tecnici da tenere in considerazione quando si sceglie.


Migliori cuffie bluetooth


Sony WH 1000XM3

sony wh 1000xm3

Le migliori cuffie bluetooth del momento

Funzionalità

Costo

Valutazione

Se avete un budget elevato e volete le migliori cuffie bluetooth disponibili al momento, la vostra scelta dovrebbe ricadere decisamente sulle Sony WH 1000MX3 che in breve tempo sono riuscite a farsi apprezzare e conquistare il più alto posto del podio nella categoria.

Mentre il modello X2 era semplicemente un upgrade della versione iniziale, con le X3 la Sony ha deciso di riprogettare le cuffie completamente da capo e la caratteristica più di spicco è sicuramente l’incredibile isolazione dal rumore esterno che permette, anche se sembra un controsenso, di ascoltare la propria musica in assoluto silenzio.

La riduzione del rumore avviene infatti in modo attivo grazie ad un chip che riesce anche a rilevare la nostra attività – come ad esempio camminare o aspettare o viaggiare in aereo – e regolare la riduzione di conseguenza.
Se volete parlare con qualcuno basta inoltre appoggiare il palmo della mano sulla cassa per abbassare il volume e permettere l’ingresso sei suoni esterni.

Sulla parte destra di questa cuffia troviamo un pannello touch che ci permette di controllare agevolmente la riproduzione della musica. Basta infatti un doppio tocco per mettere in pausa e rispondere ad una chiamata, fare swipe da destra a sinistra o viceversa per tornare indietro/andare avanti e fare uno swipe verticale per controllare il volume.

Sulla cuffia è inoltre presente uno slot aux per l’utilizzo con il cavo ed un caricatore di tipo USB-C che permette una ricarica veloce del dispositivo.
La batteria ha un’autonomia di circa 30 ore, 5 delle quali possono essere garantite se si va di fretta con una ricarica da soli 5 minuti.

Addentrandoci più nella qualità audio e le relative caratteristiche tecniche, troviamo la capacità fuori dal comune di riprodurre frequenze comprese tra 4 Hz e 40,000 Hz, una resistenza di 47 Ohm in grado di fornire una riproduzione cristallina ed una sensibilità di 104.5 Decibel che ci consente di ottenere volumi elevati. Questi ultimi tuttavia non sono decisamente necessari dato il così elevato isolamento acustico.

Come avrete intuito la qualità d’ascolto è impressionante e molto profonda, grazie anche alla capacità di Sony di produrre cuffie in grado di erogare in maniera ottimale i bassi – spesso trascurati su questa tipologia di prodotto – uniti ad un fantastico effetto Stereo.

I code supportati sono ben cinque: aptX, aptX HD, AAC, SBC  e LDAC. Quest’ultimo è un codec proprietario della sony che permette di trasmettere audio via Bluetooth fino a 3 volte più velocemente di un normale dispositivo.

Se proprio dovessimo evidenziare un difetto delle Sony WH 1000XM3, l’unico degno di nota è quello della qualità delle chiamate non eccellente soprattutto se paragonata alla qualità della riproduzione musicale.

Come avrete intuito noi di LaboratorioGadget ci siamo innamorati e siamo convinti che siano le migliori cuffie bluetooth in circolazione. Provatele, non ve ne pentirete.

Pro

  • Qualità audio
  • Isolazione acustica
  • Ottimi i materiali ed il design
  • Durata della batteria
  • Supporto ai codec

Contro

  • Qualità delle chiamate
  • Prezzo elevato

Acquista

Sennheiser Momentum 2.0 On-ear

sennheiser momentum 2 on ear

Ottime cuffie bluetooth ad un interessante prezzo

Funzionalità

Costo

Valutazione

Decisamente un prodotto raffinato rispetto alla versione precedente, le Sennheiser Momentum 2 sono tra le migliori cuffie bluetooth che potete acquistare al momento ad un costo ben bilanciato per la qualità proposta.
Il design è quello tipico di una cuffia on-ear chiusa senza però il classico ingombro che caratterizza solitamente questa tipologia di cuffie. Le Sennheiser Momentum 2 possono infatti essere ripiegate e riposte nella custodia che viene fornita nella confezione.

momentum 2 piegate

I cuscinetti auricolari coprono molto bene l’orecchio e sono ben imbottiti per eliminare possibili fastidi e donare un migliore isolamento acustico che viene potenziato in maniera eccellente dal sistema di riduzione attiva dei rumori chiamato NoiseGard Hibrid. Questo sfrutta ben 3 microfoni per captare ed annullare i suoni provenienti dall’esterno.

La barra che unisce i cuscinetti è rivestita in Alcantara ed è ora più tondeggiande rispetto alla precedente versione, adattandosi quindi meglio al contorno della testa e non scivolando quando ci si muove o si va di fretta.

La qualità del suono, come ci si aspetterebbe da un prodotto del genere, è ovviamente eccellente e non ha ha nessun problema ne a pompare sui bassi, ne a riprodurre generi che vanno dall’hard rock fino anche alla musica classica ricchi di alti e medi.

Parlando di dati tecnici infatti queste cuffie bluetooth sono in grado di riprodurre una frequenza di suoni (trovare più spiegazioni in fondo all’articolo) che spazia dai 16 ai 22000 HZ, un dato che fa sfigurare molti competitors.

L’impedenza è di 18 Ohm, un dato che non impressiona gli audiofili ma di certo rispettabile se si tiene conto che sono cuffie pensate per il movimento e non per l’utilizzo tramite amplificatore. Questa impedenza così bassa influisce inoltre in modo positivo sul volume. La sensibilità ha infatti un valore di 113 dB, che permette combinata all’impedenza di 18 Ohm di raggiungere volumi elevati.

cuffie bluetooth sennheiser

Buona è anche l’autonomia che si aggira che si aggira intorno alle 20 ore di utilizzo con una ricarica di circa 3. Sono utilizzabili anche tramite il cavo che viene fornito nella confezione, e non mancano il microfono per le chiamate ed i controlli touch su uno dei cuscinetti auricolari. Tra altre funzioni aggiuntive vogliamo menzionare l’utilizzo di codec audio AptX che serve a garantire un’ottima resa sonora, e la connettività NFC che permette invece di accoppiare queste cuffie bluetooth ed il telefono semplicemente avvicinandoli l’un l’altro.

Onestamente per quanto ci siamo sforzati non siamo riusciti a trovare punti negativi degni di nota sulle Sennheiser Momentum 2: questo spiega perchè molti autorevoli magazine americani come WhatHiFi.com hanno come noi dato il massimo punteggio nei loro test.

Per concludere vogliamo precisare che sono disponibili anche in versione over-ear ed in-ear dal costo rispettivamente maggiore e minore, in modo da accomodare un pò tutte le preferenze.

In breve

Pro

  • Qualità del suono
  • Comfort e design
  • Qualità dei materiali
  • Resa sonora

Contro

  • Nessuno degno di nota

Acquista


Bose QuietComfort 35 II

bose quietcomfort 35 ii


La migliore alternativa da un produttore affidabile

Funzionalità

Costo

Valutazione

Indubbiamente la Bose è un marchio che si è costruito il suo rispetto tra gli audiofili nel corso degli ultimi anni sfornando prodotti tecnologicamente accattivanti e funzionali, com’è il caso per questa cuffia bluetooth QuietComfort 35.
Sono realizzate con materiali di pregio come nylon rivestito in fibra di vetro, che viene poi a sua volta rivestito in Alcantara e rifinito con inserti e rinforzi in metallo.

bose quiecomfort 35 ii fianco

Possono essere ripiegate per un facile trasporto e i padiglioni over ear sono imbottiti a dovere garantendo un incredibile isolamento acustico oltre ad un notevole comfort. L’isolamento è proprio il piatto forte di questo paio di cuffie, come si può intuire dal nome, e può venire aumentato maggiormente grazie al sistema di riduzione di rumore attivo, che può essere attivato e disattivato tramite un tasto o regolato di livello tramite una comoda app. Molto interessante è anche il fatto che queste cuffie abbiamo il Google Assistant integrato al loro interno che le rende ancora più indipendenti dal controllo con lo smartphone.

Ovviamente sono presenti i consueti controlli sul lato destro che permettono di controllare musica e chiamate grazie al microfono integrato. Possono essere utilizzate anche via cavo. E’ anche presente un bottone per la connessione rapida di dispositivi tramite tecnologia NFC e le cuffie supportano fino ad 8 dispositivi collegati contemporaneamente.

La qualità del suono è eccellente, peccato però che il codec audio aptX che permette di ottenere una qualità ancora più eccelsa non sia supportato. Purtroppo non si trovano dati dettagliati su specifiche tecniche come dimensione dei drive, impedenza o range di frequenza riproducibili, ma il volume e la risposta di queste cuffie sono ottimi.

La durata della batteria in modalità wireless e con la cancellazione attiva del rumore si attesta sulle 20 ore: un risultato certamente di tutto rispetto.

In breve

Pro

  • Resa sonora
  • Affidabilità
  • Isolamento acustico

Contro

  • Prezzo elevato
  • Codec aptX non supportati

Acquista


Jabra Revo 2

jabra revo wireless

Ottime caratteristiche unite ad un prezzo competitivo

Funzionalità

Costo

Valutazione

Se cercate le cuffie bluetooth migliori per rapporto qualità/prezzo non dovete guardare oltre: le Jabra Revo uniscono infatti ottima qualità sonora ad un prezzo accessibile rispetto a molti rivali.
Queste cuffie compatte ed on-ear sono pensate e costruite per essere portate in giro facilmente nella custodia inclusa, motivo per il quale è possibile ripiegarle su se stesse.

cuscinetti jabra revo

I cuscinetti sono comodi da indossare facendo anche un buon lavoro a livello d’isolamento acustico e l’archetto particolarmente curvo è rivestito in silicone per un maggiore comfort durante l’utilizzo. La cornice principale di queste cuffie bluetooth è costituita in alluminio che le rende sicuramente durature anche se leggermente a discapito del peso.

Considerate le dimensioni compatte di queste cuffie ed i driver da 40mm il suono che tirano fuori è davvero di ottima qualità, molto pulito e senza fastidiosi sgrani. Anche se non sono dotate di una tecnologia di riduzione attiva del rumore, come accennato in precedenza, l’isolamento risulta comunque buono.
Il range di frequenze riproducibili va dai 20 ai 20000 Hertz unito ad una sensibilità di 119dB ed un’impedenza da 32 Ohm che garantisce un’ottima pulizia del suono anche a volumi ben sostenuti.

jabra revo confezione

Una delle caratteristiche più interessanti però sono sicuramente i controlli posti sul lato destro  delle cuffie e che la Jabra ha ribattezzato Turntable Touch Control: in pratica funzionano un pò come un giradischi da DJ. Fate scorrere il dito in senso orario per aumentare il volume e al contrario per ridurlo. Un doppio tocco nella parte frontale per saltare un brano e nella parte posteriore per tornare indietro. I controlli funzionano anche per controllare le chiamate in entrata a cui è possibile rispondere grazie al microfono integrato.

Una piccola nota negativa va fatta a discapito della batteria: una ricarica completa impiega infatti circa 2 ore, ma ne garantisce solamente 12 di autonomia che sono ben distanti prestazionalmente da altri modelli della stessa fascia di prezzo. E’ disponibile anche un sensore NFC per la connessione rapida dei dispositivi e possono essere anche utilizzate via cavo incluso nella confezione.

In breve

Pro

  • Qualità sonora
  • Controlli e gestures
  • Funzioni

Contro

  • Peso elevato
  • Batteria non eccezionale

Acquista


Sony MDR XB950B1

Il compromesso perfetto

Funzionalità

Costo

Valutazione

Una buona soluzione per chi ha un budget non troppo elevato ma vuole comunque delle cuffie bluetooth con un ottimo rapporto qualità prezzo è decisamente rappresentata dalle Sony MDR XB950B1 .

Il design molto moderno e pulito e realizzato tramite l’utilizzo di plastiche di buona qualità con alcuni elementi di rinforzo in metallo.
La gommatura è buona e queste cuffie over the ear risultano comode sia sulle orecchie che anche nella parte superiore della testa su cui poggia la barra centrale che è anch’essa rivestita in finta pelle.
I padiglioni audio non sono però molto capienti e se avete orecchie grandi potrebbero risultare un pò stretti.

Sul padiglione sinistro hanno posto uno slot per un connettore aux, la porta usb di ricarica, il pulsante di accensione, un microfono ed il pulsante per attivare l funzione Extra Bass che serve ad enfatizzare pesantemente i bassi e può essere molto utile con specifici generi musicali.

Sul padiglione destro trovano invece posto un pulsante multifunzione che permette di controllare le chiamate in entrata e la riproduzione della musica ed i tasti per il controllo del volume.

La qualità del suono prodotto è davvero buona, ma non aspettatevi la stessa profondità che potete trovare su una cuffia bluetooth di fascia più alta come quelle descritte più in alto.
Quello che manca è una buona presenza delle frequenze medie nel suono, ma bisogna anche dire che questo modello (come confermato dalla funzione Extra Bass) non è pensato per l’ascolto di musica rock o altri genere in cui i bassi non sono predominanti.

Entrando più nel tecnico le frequenze riproducibili vanno da 3 a 28,000 Hz con un’impedenza di 24 Ohm: dati davvero rispettabili e alla pari di molti modelli dal prezzo più elevato.

La batteria ha un’autonomia di 18 ore che si raggiunge con una ricarica di 4.

In breve

Pro

  • Buona costruzione
  • Funzioni

Contro

  • Poco versatili con alcuni generi musicali

Acquista


JBL Tune 500BT

Se siete in budget sono la vostra miglior opzione

Funzionalità

Costo

Valutazione

Le JBL Tune 500BT sono probabilmente le migliori cuffie bluetooth economiche che potete acquistare in questo momento senza dover fare troppe rinunce. Il costo è davvero contenuto per quello che offrono e le caratteristiche tecniche sono non di meno interessanti.

Il design non è la caratteristica di spicco di questo modello over-ear che appare molto base e tondeggiante, principalmente costituito da plastiche che non danno però la sensazione di essere di bassa qualità come invece il prezzo potrebbe suggerire o far pensare. Le cuffie sono inoltre ben imbottite, così come la barra che le unisce, spesso trascurata dai modelli in questa fascia di prezzo. Possono essere ripiegate per essere riposte e comodamente trasportate. Sono inoltre molte leggere.

E’ presente un microfono che consente di effettuare e ricevere telefonate, dei tasti di controllo e uno multifunzione che tra le altre cose permette di sincronizzare le cuffie con i vari dispositivi e di mettere in pausa e in play la musica. Al contrario degli altri modelli elencati in quest’articolo, queste cuffie non hanno la possibilità di essere utilizzare in concomitanza con un cavo: se avete intenzione di utilizzarle con il vostro smartphone questo non costituisce di certo un problema, che potrebbe però crearsi nel momento in cui ne stavate valutando l’acquisto per altre funzioni come ad esempio giocare al pc.

A livello audio sono molto buone, principalmente orientate a spingere sui bassi, ma il livello di frequenze medie e alte è bilanciato bene senza far quindi risultare il suono troppo chiuso. I driver da 32 millimetri hanno un campo di frequenze riproducibili standard che va dai 20 ai 20000 Hertz ed un impedenza da 32 Ohm. L’autonomia delle batterie si attesta su circa 16 ore e permette un’ora di riproduzione con una ricarica rapida da 5 minuti.

Anche l’isolamento acustico non è male e siamo rimasti piacevolmente sorpresi.

In breve

Pro

  • Buona qualità audio
  • Prezzo molto accessibile

Contro

  • Non utilizzabili tramite cavo
  • Poco supporto a codec audio

Acquista


Come scegliere le cuffie bluetooth

Le caratteristiche da tenere a mente sono molte e rendono spesso la vita difficile: in questa guida completa vi spieghiamo in dettaglio tutto ciò che c’è da sapere e ci ha portato a scegliere i modelli che vi abbiamo presentato qui sopra.

Tipologie di cuffie

On-ear e over-ear

Questo è un argomento delicato, ma per farla breve esistono principalmente due tipologie di cuffie chiamate on-ear – o sovraurale – e over-ear – o circumaurale . Si tratta principalmente di una questione di gusti personale salvo un dettaglio che vedremo qui sotto che è quello dell’isolamento acustico.

Come si intuisce dal nome se si mastica un pò di inglese, le on-ear hanno una forma che gli permette di appoggiarsi direttamente sull’orecchio andandolo a coprire totalmente o in parte a seconda del design mentre le over-ear hanno una forma che si appoggia intorno all’orecchio andandolo a coprire completamente e garantendo un maggiore isolamento: sono però generalmente più pensati rispetto alle on-ear.

on ear vs over ear

Aperte o chiuse

A loro volta, indipendentemente dalle tipologie elencate qui sopra, le cuffie possono essere aperte, chiuse o semiaperte.

Le cuffie aperte hanno il retro del padiglione, per l’appunto, aperto in modo da far entrare i suoni esterni e facendo uscire quelli riprodotti in modo da donare un suono molto naturale, come se il suono stesse uscendo da degli altoparlanti.

Quelle chiuse invece isolano completamente l’orecchio e nonostante abbiano il vantaggio di non permettere ai rumori esterni di influire sull’ascolto, possono talvolta suonare un pò innaturali e stancare maggiormente l’orecchio.

Prestazioni e qualità del suono

Indubbiamente un fattore decisivo nella scelta, la qualità del suono e le prestazioni di un paio di cuffie, siano wireless o meno, sono dati principalmente da quattro fattori che avrete di sicuro notato elencati su ogni scatola in commercio: frequenza, sensibilità, impedenza e driver (non stiamo tuttavia parlando di software).

Bisogna comunque sempre ricordare che molto di quello che percepiamo è in realtà soggettivo e la stessa cuffia potrebbe suonare in maniera differente su due orecchi diversi.

Vediamo ora cosa significano queste caratteristiche nel dettaglio:

come scegliere le cuffie
  • Frequenza: sta ad indicare l’intervallo delle frequenze che la cuffia è in grado di riprodurre. L’uomo è in grado di percepire suoni compresi tra i 20 ed i 20000 Hertz, a questo scopo vorrete quindi delle cuffie che possano coprire almeno questi spettri di frequenza. E’ importante tuttavia dire che, nonostante non possano essere udite in maniera distinta dall’orecchio umano, le frequenze non udibili (quindi inferiori ai 20 o superiori ai 20000 Hertz) possono influire sul comportamento di quelle udibili, andando quindi ad accentuare la fedeltà del suono. Proprio per questo motivo non è raro incontrare cuffie bluetooth professionali che hanno un range di frequenze riproducibili tra i 5 ed i 30000 Hertz e sono proprio quelle che vi consigliamo di acquistare.
  • Impedenza: sta ad indicare la resistenza delle cuffie al segnale elettrico che deve poi essere convertito in onda sonora e come tale il suo valore viene espresso in Ω (Ohm) . Generalmente nelle cuffie in commercio può variare tra i 15 ed i 270 Ω per i modelli di punta.
    Maggiore è la resistenza, maggiore sarà la pulizia del suono e sarà possibile ascoltare la musica ad alti volumi senza distorsioni, dato che la resistenza agisce come una sorta di filtro.
    Bisogna però tenere in considerazione un altro fattore: anche se all’aumentare dell’impedenza aumenta la pulizia del suono, la capacità di volume delle cuffie tende purtroppo a diminuire (ecco perchè ad altissima impedenza i modelli utilizzati i molti studi di registrazione hanno bisogno di un amplificatore esterno per funzionare). Di conseguenza al diminuire dell’impedenza si ottiene un aumento del volume in uscita.
  • Sensibilità: indicata in dB sta esprime il volume massimo in uscita del suono senza distorsioni e si aggira generalmente tra valori compresi tra i 105 e 115 dB. Molto importante è considerare che il decibel è un unità logaritmica, per cui un aumento di soli 3 dB corrisponde ad un raddoppio del volume ( per esempio, a 103 dB il volume sarà il doppio che a 100 dB).
  • Driver: nel campo delle cuffie con la parola driver si intendono gli altoparlanti (o trasduttori) all’interno della cuffia che sono responsabili della riproduzione del suono. Generalmente hanno dimensioni comprese tra i 30 ed i 50 millimetri e maggiori sono le dimensioni, maggiore sarà la qualità del suono e la capacità di riprodurre le frequenza più basse.
    Cuffie di altissima fattura possono anche averne più di uno per lato, ognuno dei quali riproduce range di frequenze differenti.

Alimentazione ed autonomia

Altro fattore importantissimo da ponderare bene nella scelta è la questione dell’autonomia e dell’alimentazione delle nostre cuffie wireless.
In linea generale la durata delle batterie delle cuffie bluetooth si aggira sulle 20 ore di riproduzione musicale, un valore che scende se vengono utilizzate anche per effettuare chiamate.

cuffie wireless

Molti modelli possono essere anche utilizzati tramite cavo aux, ed in questo caso non viene utilizzata la batteria come fonte di alimentazione, potendo quindi essere utilizzate indipendentemente dal livello di carica residua: bisogna tenere in mente che però la riproduzione avverrà in modalità passiva e la qualità del suono ne risentirà.

La caratteristica sopra descritta è comune alla maggior parte dei modelli, tuttavia esistono eccezioni in cui il solo tipo di collegamento disponibile è quello via bluetooth: di solito quando questo succede le batterie vengono maggiorate e possono garantire un’autonomia maggiore,  ad esempio 30 ore (come avviene per il modello della JBL descritto in queste pagine).

Funzioni

Quello delle funzioni è un altro argomento molto estensivo da affrontare, dato che possono essere molto variabili a seconda della marca e del modello scelto. Cerchiamo di vedere quali sono le più importanti e comuni su cui buttare un occhio per assicurarsi la scelta giusta.

  • Comandi integrati:
    la maggior parte delle cuffie bluetooth hanno una serie di pulsanti integrati su una delle cuffie che permettono di compiere azioni senza dover tirare fuori il telefono dalla tasca, rendendo ancora migliore la nostra esperienza.
    Il numero e la tipologia di comandi dipende ovviamente dal modello, ma è di solito possibile controllare il volume, saltare la traccia o tornare indietro e mettere in pausa.
    E’ sempre bene assicurarsi che le cuffie siano però compatibili con il proprio modello di smartphone, dato che non è sempre il caso.  Questo è spesso vero su smartphone Apple.
  • Microfono: il microfono è un caratteristica che sta diventando sempre più comune su questo tipo di accessorio e serve ovviamente per rispondere alle chiamate senza dover interrompere l’ascolto musicale, che riprenderà non appena terminata la conversazione.
    Se la cuffia ha dei comandi integrati, questi permettono anche di accettare o rifiutare nel momento in cui se ne riceve una.
  • Riduzione attiva del rumore:
    anche se cuffie dotate di una specifica costruzione come quelle chiuse e over-ear possono garantire grazie alla loro forma un ottimo isolamento acustico, alcuni modelli sono dotati di una tecnologia chiamata riduzione attiva del rumore (detta anche ANC dall’inglese active noise control) che permette di potenziare maggiormente l’effetto di riduzione del rumore esterno.
    Per fare ciò l’altoparlante emette un’onda sonora contraria a quella del rumore, andando quindi a creare un’interferenza che va ad annullarlo.[blank_space height=’15px’]
  • Supporto aptX: è’ un codec di proprietà della Qualcomm, che garantisce minori latenze (ovvero ritardi nella riproduzione del suono) e permette alla musica di essere trasmessa via bluetooth a 24-bit/48kHz, garantendo un’esperienza d’ascolto di qualità superiore.[blank_space height=’15px’]
    Nonostante questo codec sia stato rilasciato non molto tempo fa, la sua diffusione è stata molto rapida, grazie al migliore livello di audio che porta con se. E’ importante dire che deve essere supportato sia dalle cuffie che dal vostro smartphone per poter essere utilizzato.[blank_space height=’15px’]
  • Raggio d’azione e versione bluetooth: generalmente il raggio d’azione di una cuffia bluetooth si aggira su una decina di metri, ma le ultime versioni di questa tencologia stanno potenziando il segnale sempre di più andando ad aumentarne leggermente la portata.
    Una cosa su cui buttare un occhio è che la versione bluetooth utilizzata dalle cuffie sia anche supportata dal vostro smartphone. E’ bene inoltre dire che le versioni più recenti hanno anche il vantaggio di permettere di tenere sincronizzati più dispositivi simultaneamente: non è infatti difficile trovare cuffie che ne supportino ben 8 ![blank_space height=’15px’]
  • Supporto NFC: se presente questa tecnologia permette di abbinare le cuffie al proprio smarpthone semplicemente facendoli avvicinare tra di loro. Sicuramente un ottimo modo per risparmiare tempo e fastidiose configurazioni.[blank_space height=’15px’]
  • App: alcuni modelli vengono forniti dal produttore con una specifica applicazione da installare sul proprio smartphone grazie alla quale è possibile controllare alcune opzioni. Una caratteristica molto comunque è quella di poter equalizzare il suono in base alle proprie preferenze ed al genere di musica che viene ascoltato più di frequente.[blank_space height=’15px’]
  • Lettore schede SD: una caratteristica che è possibile trovare su alcune cuffie, anche se sta recentemente diventando deprecata per ovvi motivi, è quella della presenza di un lettore di schede SD  che permette di utilizzare quindi una scheda di memoria su cui caricare la propria musica preferita. In questo modo le cuffie possono funzionare in maniera totalmente indipendente dallo smartphone e la batteria durerà più a lungo dato che non dovrà essere sfruttata nessuna energia per la connessione bluetooth.[blank_space height=’15px’]
  • Ricevitore FM: se dotate di tale caratteristica le cuffie bluetooth vi permettono di ascoltare anche la radio sintonizzandovi sulla vostra stazione preferita ![blank_space height=’15px’]

Comfort

Il livello di comfort dipende ovviamente da moltissimi fattori diversi tra cui la conformazione della propria testa, ma anche il design ed i materiali utilizzati possono fare la differenza.
Quasi tutte le cuffie in commercio possono essere regolare a dovere, in modo da trovare il perfetto posizionamento sulle proprie orecchie.

imbottitura cuffie

Per quanto riguarda i materiali bisogna invece accertarsi che siano presenti della imbottiture, sia sulle parti che andranno a contatto con le orecchie sia con quelle per la testa. La loro assenza o inadeguatezza potrebb infattie causare fastidi.

Nei modelli più economici la scelta dei materiali ricade ovviamente su plastiche che comunque non devono essere interpretate necessariamente come un sinonimo di bassa qualità come ci dimostrano ad esempio le cuffie JBL menzionate in questo articolo.
Se ci spostiamo però su modelli di punta dai costi più elevati, le cuffie saranno generalmente realizzate in leghe metalliche con imbottiture rivestite in pelle o addirittura Alcantara.


La marca è importante ?

Personalmente penso che la risposta ad una domanda del genere sia un risonante si: questo non significa che marchi meno conosciuti producano necessariamente prodotti scadenti, ma allo stesso tempo ha senso dire che produttori affermati nel settore abbiamo perfezionato le loro tecnologie nel corso degli anni ed investano più risorse nella progettazione di modelli sempre migliori, grazie alla loro possibilità di avere budget molto elevati.

Tra i più influenti troviamo Bose, JBL, Sony, Pioneer, Sennheiser, e BeyerDynamic.


Conclusione

Ci teniamo a dire che oltre ai modelli di cuffie bluetooth che abbiamo inserito in questo articolo, il mercato è pieno di altre cuffie bluetooth per tutti i gusti e le esigenze.
Fate sempre riferimento a ciò che veramente vi serve e se possibile affidatevi solamente a marchi che oramai hanno un nome affermato in questa sovraffollata nicchia.

Share.

Leave A Reply

Seguici su Facebook
e rimani sempre aggiornato sui nuovi contenuti !