Miglior monopattino elettrico: guida alla scelta per ogni esigenza

0

Il monopattino elettrico è un prodotto che si è rivalutato notevolmente negli ultimi anni. Se fino a qualche tempo fa, questo tipo di oggetto veniva considerato alla stregua di un semplice giocattolo per bambini, oggi la situazione è cambiata.

Pronipote dei monopattini che i nostri nonni costruivano con due tavole e un paio di cuscinetti a sfera quali ruote, per lanciarsi in spericolate discese e senza ausilio di freni (si usavano i piedi). Dimenticati per decenni, eccoli nuovamente alla ribalta, ma con funzioni più serie. 

Oggi infatti, i monopattini elettrici sono considerati non solo una forma di intrattenimento, ma anche un vero e proprio mezzo di trasporto. Adatto a spostamenti di breve distanza, ecologico e facile da guidare, i monopattini moderni sono utili oltre che divertenti. A dispetto della relativa semplicità di realizzazione del veicolo, vi sono numerosi aspetti tecnici che possono variare e che possono determinare quello più adatto alle nostre scelte, consono al nostro tipo di utilizzo. Cercheremo passo passo di accompagnare le persone interessate nella ricerca del monopattino che più gli sarebbe congeniale.

Come vedremo in seguito infatti, si tratta di strumenti realizzati con il massiccio impiego di tecnologia. Ciò comporta notevoli vantaggi, ma causa anche disorientamento per chi si avvicina, da neofita, a questo settore. E’ altresì doveroso avere ragguagli precisi e le giuste informazioni, in quanto i prezzi non sono eccessivamente bassi. Si tratta infatti di mezzi di trasporto il cui costo difficilmente è inferiore ai 200 euro. Sapere cosa comprare e quali sono le peculiarità del monopattino elettrico, che più si addice alla nostra persona, è dunque una necessità concreta.

Vedremo anche cosa di la legge in merito ai monopattini elettrici e la loro circolazione.

Migliori monopattini elettrici

Se sei intenzionato ad acquistare un monopattino a motore, o più semplicemente, sei particolarmente curioso e vorresti conoscerlo più a fondo, questa guida ti sarà particolarmente utile. Nelle prossime righe illustreremo alcuni tra i migliori modelli disponibili sul mercato, con tanto di specifiche tecniche e peculiarità, punti forti e debolezze.

Il passo successivo saranno alcune considerazioni sulle caratteristiche presentate dai monopattini elettrici, parametri in base ai quali scegliere il tuo dispositivo.

Si tratta di un monopattino elettrico per adulti o è un regalo per un ragazzino? Intendi utilizzarlo come vero e proprio mezzo di trasporto o semplicemente per divertimento? In basi a tali scelte, potrai optare per il prodotto più adatto alle tue esigenze e con il miglior rapporto qualità prezzo. Verso la fine dell’articolo, ci concentreremo su altre importanti nozioni, come la manutenzione e come viene percepito il monopattino a termini di legge, infine cosa prevede il codice della strada a riguardo di questo, vero e proprio, veicolo.

Xiaomi Mi monopattino elettrico

monopattino elettrico xiaomi mi

Il miglior monopattino elettrico per rapporto qualità prezzo

Funzionalità

Costo

Valutazione

Partiamo subito con quello che, a livello attuale, risulta in assoluto uno dei più eccellenti monopattini elettrici in commercio. Xiaomi Mi è un prodotto davvero invidiabile, che può essere considerato il monopattino elettrico migliore sul mercato. Se pensavi che Xiaomi si occupasse solo di telefonia, sei in errore. Si tratta infatti di uno dei brand superiori quando si parla di monopattini elettrici.

Con Xiaomi Mi, il concetto di semplice “gioco” con cui vengono spesso liquidati i monopattini, è destinato a cadere. Si tratta infatti, di un vero e proprio mezzo di trasporto, dal design raffinato e da specifiche tecniche invidiabili. Basti pensare che la velocità massima raggiungibile è pari a 25 chilometri orari e come, con una sola ricarica, si possano percorrere fino alla ragguardevole distanza di 30 chilometri.

Anche se facile da maneggiare, gestire un dispositivo di questo genere non è cosa da poco. Proprio per questo motivo, Xiaomi si è concentrata sulla sicurezza, dotando il proprio monopattino di un doppio sistema frenante, anteriore e posteriore. Il freno a disco, il sistema di frenata rigenerativo e l’ABS antibloccaggio, garantiscono un arresto controllato e sicuro. Sempre nell’ambito della sicurezza Xiaomi Mi offre una luce ultra luminosa da 1,1 W, capace di illuminare la strada con la dovuta efficienza.

Se ci soffermiamo sulle dimensioni, il modello di cui stiamo esaminando le caratteristiche misura 108 x 43 x 114 centimetri per un peso totale di 12,5 chili. Si tratta di dati importanti anche in virtù del fatto che l’esemplare in questione è un monopattino elettrico pieghevole, dunque facilmente trasportabile anche su mezzi pubblici o comodo da tenere con sé quando si entra in un edificio pubblico o in casa.

A confermare la bontà di Xiaomi Mi, oltre ai premi che ha raccolto negli ultimi anni, vi sono le valutazioni ottime su Amazon, con più del 70% di recensioni con il voto massimo (5 stelle su 5).

Unico neo, conseguenza prevedibile, è il prezzo: Xiaomi Mi non è certamente un prodotto economico. E’ tuttavia un importo giustificato dalla qualità elevatissima del prodotto, anche se al contempo può risultare una barriera insormontabile per molti dei potenziali acquirenti.

In breve

Pro

  • Sistema di frenata
  • ABS
  • Autonomia
  • Velocità massima

Contro

  • Costo

Link

amazon_button_table

Segway ES2 Ninebot

segway es2

Il super accessoriato

Funzionalità

Costo

Valutazione

Il budget non è un problema? Bene! In tal caso puoi trovare qualcosa di ancora più intrigante rispetto al precedente modello! Stiamo parlando di Segway ES2 Ninebot, un monopattino elettrico che, oltre alle alte prestazioni, aggiunge diverse caratteristiche in più, rispetto agli altri simili del settore.

Segway ES2 Ninebot misura 43 x 102 x 113 centimetri e pesa 12,5 chili. La velocità massima raggiungibile con questo mezzo è di 25 chilometri orari, con una batteria che può contare su un’autonomia di 25 Km. A prima vista nulla di nuovo rispetto a Xiaomi Mi, anzi… poi, però, spiccano peculiarità uniche che rendono il monopattino in questione esclusivo nel suo genere.

Come da prassi, grande attenzione è focalizzata sulla sicurezza e sui freni, in questo caso elettrici e dotati di sistema anti bloccaggio. Questi sono combinati anche con freni meccanici dal design ergonomico, che consentono di gestire la frenata in maniera facile e sicura.

Il vero e proprio tocco di classe però, è il display di cui il monopattino risulta dotato. Questo mostra oltre alla velocità, il livello di carica elettrica residuo. Inoltre, questo è collegabile via Bluetooth al proprio smartphone per ottenere maggiori informazioni sul funzionamento del mezzo. Si tratta di applicazioni interessantissime, difficilmente riscontrabili in altri modelli. Come annunciato in precedenza, però, il costo è certamente elevato. Segway ES2 Ninebot infatti, è proposto ad un prezzo maggiore del competitor Xiaomi.

In breve

Pro

  • Sistemi di sicurezza
  • Autonomia e velocità massima
  • Display ed app dedicata

Contro

  • Costo

Link

amazon_button_table

REVOE Motion Tech

revoe motion tech

Il migliore per rapporto qualità-prezzo

Funzionalità

Costo

Valutazione

Se si pone, quale obiettivo più opportuno, il rapporto qualità-prezzo, REVOE Tech è il monopattino elettrico migliore sul mercato. Pur trattandosi di un modello dotato di  caratteristiche tecniche leggermente inferiori rispetto ai due esposti in precedenza, si tratta comunque di un prodotto interessante e soprattutto accessibile a una vasta fetta di utenza.

Assolutamente poco ingombrante – 113 x 34 x 24 centimetri per 9,5 chili di peso – e dal design estremamente elegante, offre l’opportunità all’acquirente di piegarlo e di trasportarlo dunque con grande facilità. Il monopattino in questione può raggiungere una velocità pari a 20 chilometri oltre a contare su un’autonomia di 15 chilometri, garantita dalla batteria Samsung a 36 V da 4400 mAh la quale ha un tempo di ricarica pari a 3 ore. Oltre al motore da 250 Watt, vanno segnalate le ruote da 6,5 con pneumatici pieni e la sospensione anteriore.

Trattando un tema importante come la sicurezza, REVOE Tech può contare un freno elettrico e uno ad attrito, che si dimostrano sufficienti vista la velocità massima raggiungibile. Le luci LED anteriori e posteriori garantiscono a mezzo e conducente di essere particolarmente appariscenti anche in condizioni di scarsa visibilità. Come per Segway ES2 Ninebot, anche questo modello è dotato di un display, che possiamo serenamente  considerare più raffinato degli altri. Si tratta di un piccolo schermo LCD attraverso il quale è possibile selezionare una delle 3 modalità di velocità desiderata – 6, 15 o 20 chilometri orari.

Pur non essendo paragonabile qualitativamente ai precedenti modelli, REVOE Tech si conferma come un prodotto che rappresenta il giusto punto d’incontro tra necessità di risparmiare e desiderio di possedere un monopattino di categoria superiore. D’altronde il suo prezzo lo rende tra i più appetibili del settore.

In breve

Pro

  • Prezzo
  • Display integrato

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Link

amazon_button_table

Ninebot by Segway ES1

segway es1

Un’alternativa di livello

Funzionalità

Costo

Valutazione

Segway si conferma leader del settore dei monopattini anche con un modello non più nuovissimo come ES1. Rispetto a ES2, già citato in questa guida, il mezzo offre qualche specifica tecnica leggermente inferiore, proponendosi però sul mercato con un prezzo decisamente più abbordabile. Anzi, per certi versi Ninebot by Segway ES1 ha alcuni aspetti che lo rendono competitivo nei confronti dell’illustre successore. Per esempio, grazie al peso di 11,3 Kg, è ancora più leggero del modello proposto quale evoluzione.

Anche in questo caso l’autonomia è pari a 25 chilometri, mentre Ninebot by Segway ES1 paga in termini di velocità, “limitandosi” a un massimo di 20 chilometri orari.

Altra caratteristica saliente di questo interessante prodotto sono il display a LED – marchio di fabbrica Segway – che indica la velocità, connessione Bluetooth e livello di batteria. In ambito di sicurezza invece, il monopattino elettrico in questione può vantare un freno elettrico anteriore – con tanto di sistema anti bloccaggio – e di uno meccanico posteriore. Il tutto garantisce una guida particolarmente fluida e sicura anche in ambienti particolarmente trafficati come i contesti urbani.

Ninebot by Segway ES1 si rivela dunque un’alternativa di eccellente livello rispetto ai modelli top di gamma. Nonostante il costo sia comunque ancora consistente, la qualità proposta è di altissimo standard.

In breve

Pro

  • Buon compromesso fra qualità e prezzo
  • Display a led integrato

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Link

amazon_button_table

Hiboy

monopattino elettrico hiboy

Il più economico

Funzionalità

Costo

Valutazione

Non è detto che se vuoi acquistare un monopattino elettrico devi per forza pesare sulle tue finanze in modo consistente. Hiboy, è un modello che offre prestazioni gratificanti e requisiti tecnici di assoluta garanzia di qualità. Pur essendo lontano dai migliori prodotti del settore, questo si propone come un’alternativa altrettanto valida per i neofiti che si stanno avvicinando a questo straordinario settore.

Molte caratteristiche di Hiboy, risultano comunque concorrenziali. Il motore da 250 Watt per esempio, offre una velocità massima pari a 23 chilometri orari. La batteria, rigorosamente agli ioni di litio, è da 4400 mAh e fornisce un’autonomia di circa 7-12 chilometri – e qui si comincia a notare la differenza rispetto ad alcuni colleghi più costosi. L’indicatore della batteria è posizionato sul manubrio del monopattino ed è costituito da 5 spie LED. Niente velocità e niente connettività Bluetooth: una rinuncia da fare per un prodotto dal prezzo così contenuto.

Con il peso netto di 7,4 chili è dimensioni pari a 90 x 42 x 97 centimetri, Hiboy si conferma un ottimo prodotto per quanto riguarda la trasportabilità. Nell’ambito della sicurezza, oltre al freno posteriore a disco, vi è qualche carenza per quanto riguarda le luci. Si tratta di una lacuna comunque di poco conto, facilmente colmabile con vestiti catarifrangenti o con l’aggiunta post-acquisto di luci posizionabili sul veicolo. Hiboy è forse leggermente più spartano rispetto agli altri modelli. Nonostante ciò, in rapporto al prezzo, quanto offerto è decisamente all’altezza della situazione.

uisto di luci posizionabili sul veicolo. Hiboy è forse leggermente più spartano rispetto agli altri modelli. Nonostante ciò, in rapporto al prezzo, quanto offerto è decisamente all’altezza della situazione.

In breve

Pro

  • Miglior pasta termica
  • Ottima per il gaming e l’overclocking

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Link

amazon_button_table

Quale monopattino elettrico scegliere

Scegliere un monopattino elettrico non è facile. Come avrai notato, ogni singolo modello propone delle caratteristiche uniche. Non è detto che esistano monopattini migliori in tutto e per tutto rispetto agli altri.

In tal senso, conoscere una serie di parametri essenziali può risultare molto utile al fine di individuare il tuo modello ideale senza spendere troppo denaro e, allo stesso tempo, senza rimanere deluso da un mezzo che si dimostra in seguito non all’altezza delle aspettative. Da questo punto in avanti analizzeremo brevemente alcune tra le caratteristiche che, prima di un eventuale acquisto, dovresti prendere in considerazione attentamente.

Peso e l’ingombro

Uno dei fattori riguardanti i monopattini elettrici, il peso e l’ingombro, sono forse i più trascurati al momento della scelta, messi in secondo piano dalle applicazioni, dal design o dalle performance che vengono proposte dal commerciante .

Questo parametro può assumere più o meno importanza a seconda del contesto e delle altre caratteristiche. Un prodotto finalizzato all’intrattenimento, senza troppa autonomia e con un costo ridotto, può far accettare carenze in fatto di peso e ingombro maggiore. Chi utilizza questo genere di mezzo infatti, non fa altro che divertirsi per brevi tratti.

Se il concetto di monopattino è invece maggiormente legato al trasporto, il peso e l’ingombro rientrano nell’ambito delle valutazioni importanti.

monopattino elettrico pieghevole

Un modello particolarmente leggero e poco ingombrante, può essere facilmente condotto anche in mezzi pubblici o in ascensori. Nel caso si debbano salire o scendere delle scale, risulta inoltre facile da gestire. Va fatta però una ulteriore considerazione. I modelli con maggiore autonomia, tendono anche – per questioni di motore e batterie – a pesare di più. Risulta dunque giusto, a seconda delle esigenze, trovare dei compromessi.

La velocità massima

La velocità massima non è un valore particolarmente importante, anche se risulta molto appariscente. A cosa serve avere punte, magari di 30 chilometri orari, se poi l’autonomia è minima? Nonostante si tratti di un parametro vistoso e su cui i produttori contano molto per promuovere i prodotti, non è di particolare valore.

Il motore

Un discorso più approfondito va fatto per il motore.

Generalmente i monopattini elettrici propongono motori che vanno dai 200 watt per i modelli basici o per bambini, sino a superare facilmente i 500 watt nell’ambito di quelli che sono da considerare veri e propri mezzi di trasporto. Perché il motore è più importante della velocità massima?

Intanto perché avere un motore potente consente di raggiungere la velocità di punta in meno tempo. In seconda battuta, bisogna sottolineare come un motore prestante consente di affrontare meglio colline e salite. Dunque, se abiti in una zona non particolarmente pianeggiante, un motore con una potenza maggiore consente di muoversi in assoluta tranquillità, superando dislivelli impegnativi. 

Batteria e autonomia

L’autonomia di un monopattino è un fattore essenziale. Chiaro che se l’uso è basato solo nell’ambito ludico, possiamo tranquillamente ignorarlo, mentre diventa di vitale importanza se il mezzo è impiegato per veri e propri spostamenti.

Questo valore è in gran parte condizionato dalle batterie, così come anche da un motore che eroga una potenza superiore e che quindi abbisogna di maggiore energia elettrica.

Il discorso, in tal senso, è molto simile a quanto si può fare con un semplice smartphone. Le batterie hanno una durata che, con il passare dei cicli di utilizzo, va gradualmente riducendosi.

Ciò significa che l’usura porterà a ricariche sempre più frequenti, anche se questo inesorabile declino può essere meno evidente con batterie che hanno alte prestazioni. L’autonomia stessa poi, può essere influenzata da fattori come percorsi con molti dislivelli o dal peso corporeo più o meno massiccio del conducente.

La Sicurezza dei monopattini elettrici

Come vedremo in seguito, la sicurezza è un altro elemento fondamentale monopattini elettrici. Al di là del caschetto e delle protezioni per gomiti e ginocchia, va tenuto in grande conto quanto il mezzo sia dotato di una serie di funzioni atte a tutelare l’incolumità di chi lo guida.

Che si tratti di prodotti utilizzati per intrattenimento o per veri e propri spostamenti nell’ambito urbano, la sicurezza di chi lo conduce deve  essere la priorità assoluta.

Freni

freni del monopattino elettrico
Dei freni a disco

I freni risultano un fattore imprescindibile. Esistono principalmente quattro tipi di freni adottati su questo veicolo: gli elettrici (o rigenerativi), a pedale, a tamburo e a disco. Essi possono essere installati, a seconda del modello, sulla ruota posteriore, anteriore o su entrambe.

  • I freni elettrici e rigenerativi sono i meno prestanti. Si tratta di una tipologia di freno adatto ai monopattini di livello prettamente ludico che non raggiungono velocità particolarmente elevate.
  • Se si parla di freni a pedale, la situazione non cambia più di molto. Tramite lo sfregamento del freno sul pneumatico posteriore, il mezzo rallenta la sua marcia. Si tratta di una soluzione impiegata anche in molti modelli delle classiche biciclette.
  • I freni a tamburo invece, sono racchiusi all’interno del mozzo della ruota e sono generalmente meno facili da sottoporre a manutenzione rispetto alle altre tipologie. Nonostante ciò le prestazioni sono buone e soprattutto si mantengono costanti anche in condizioni di bagnato.
  • I freni a disco hanno la maggiore potenza frenante e sono più leggeri rispetto agli altri. Solitamente si trovano su monopattini di medio-alto livello, anche se alcuni prodotti più economici possono comunque adottare questa soluzione.

Luci

In caso di utilizzo nelle ore serali o comunque in condizioni di poca visibilità, le luci sono un obbligo. Un monopattino, come le biciclette, può avere una luce anteriore bianca e una luce posteriore rossa.

Se si guida in condizioni di poca visibilità, è necessario avere sia una luce anteriore che una posteriore. A causa della progettazione e della struttura stessa dei monopattini elettrici, in genere non hanno luci posteriori molto visibili. Se intendi viaggiare in condizioni particolari, il consiglio è di indossare un vestiario adatto o di aggiungere ulteriori luci al mezzo in uso.

Sospensioni

Le sospensioni lavorano come quelle di una comune automobile. Di fatto, attenuano l’impatto causato dai dossi e le imperfezioni del manto stradale. Senza di esso, e soprattutto se monta pneumatici pieni, si sentirà in maniera molto brusca ogni tipo di urto.

Vibrazioni che non sono certo un toccasana per le articolazioni e la colonna vertebrale. Tuttavia,l’utilità o meno delle sospensioni, dipende in base all’uso e al tipo di percorsi che si intendono affrontare con il monopattino.

Pneumatici

Esistono principalmente due tipi di pneumatico: quelli pieni e quelli gonfiati ad aria.

I pneumatici “vuoti” hanno il vantaggio di assorbire ed attenuare le conseguenze degli urti e di rendere il mezzo più manovrabile. L’aspetto negativo delle gomme gonfiate ad aria è che è necessaria più manutenzione rispetto a quelli pieni.

I pneumatici pieni, pur rendendo meno fluida la guida, garantiscono anche di scongiurare del tutto il rischio di foratura.


Differenze con hoverboard e skateboard

Spesso i monopattini elettrici vengono confusi con altri dispositivi simili come hoverboard e skateboard.

Questa confusione è, sotto certi punti di vista, comprensibile. Si tratta, infatti, di mezzi che funzionano su ruote, in entrambi i casi erano nati per essere usati con lo scopo di divertire, ma successivamente ci si è resi conto che l’impiego come mezzo di trasporto, era del tutto giustificato dalla duttilità che consentivano di poter conseguire. Nei centri abitati, trafficati e facili ad  ingorghi di mezzi, erano un’alternativa alle classiche biciclette, oltretutto con un minor ingombro.

hoverboard

Gli hoverboard rientrano, secondo la definizione giuridica, nella categoria dei ciclomotori elettrici, proprio come i monopattini di cui stiamo parlando. Rispetto a quest’ultimi però, hanno sostanziali differenze. L’hoverboard, che sia dotato di manubrio o meno, si presenta con una superficie piana sviluppata orizzontalmente e non verticalmente come per i monopattini. Le ruote inoltre, sono spesso con un diametro molto maggiore. I mezzi, seppur simili a livello di estetica, risultano diversi per quanto riguarda il modo di essere pilotati.

Lo skateboard è invece un mezzo di trasporto riconosciuto da una platea più ampia, che ha vissuto di grande popolarità soprattutto tra gli anni ‘80 e ‘90, grazie anche alle serie TV o ai film, nei quali giovani protagonisti si esibivano in acrobazie spettacolari. Oltre al modo di condurlo diverso rispetto al monopattino, questo si poggia su quattro ruote. Ciò consente una stabilità maggiore, ma al contempo limita la manovrabilità. A dispetto di quanto molte persone possano pensare, esistono anche gli skateboard elettrici, ma non ci addentriamo in questo campo non essendo di pertinenza della guida che stiamo svolgendo.


Manutenzione del monopattino elettrico

Sia per quanto riguarda la sicurezza, sia per quanto riguarda la preservazione nel tempo del mezzo, la manutenzione del monopattino elettrico è una pratica molto utile. Come qualunque altro tipo di mezzo meccanico e/o elettrico, l’uso prolungato porta all’usura e dunque è necessario prendere alcune precauzioni in tal senso.

La sicurezza prima di tutto: freni, sospensioni e pneumatici

La priorità, naturalmente, resta ancora una volta la sicurezza. Come qualunque altro tipo di mezzo, i freni devono essere soggetti a periodici controlli. Che si utilizzi il mezzo quotidianamente o che lo si lasci fermo per mesi e mesi, è sempre bene avviarlo con la certezza che i freni siano in perfetto ordine e pronti a qualsiasi evenienza od ostacolo che ci si presenti all’improvviso.

Naturalmente queste attenzioni devono riguardare tutto il sistema e non solo i freni. Il cavo che collega il manubrio alla struttura frenante, per esempio, può subire strappi, danneggiamenti o anche sfilacciamenti che non vengono individuati, se non con un accurato esame. Anche questi particolari dunque, hanno una notevole importanza. Ciò va anche ragionato nell’ottica che, in fase di utilizzo, i freni sono tra le parti maggiormente poste sotto stress nei monopattini elettrici.

Un discorso simile si può fare anche in ottica pneumatici. Se è vero che le ruote piene sono logicamente meno problematiche, ciò non significa che siano eterne.

Le gomme gonfiate ad aria possono presentare la seccatura delle forature e, per questo motivo, va controllata periodicamente la loro integrità. Un altro problema che può accomunare qualunque tipo di gomma è l’inevitabile deterioramento del battistrada. In caso di pioggia o di superfici ostiche, avere un battistrada liscio può essere molto pericoloso.

Le batterie

Subito dopo a sicurezza, vengono le batterie. Innanzitutto, bisogna sottolineare come l’uso intensivo – detto scarica – degrada in modo inevitabile la batteria compromettendone la durata.

Se questo processo è impossibile da arrestare completamente, va anche chiarito come alcune buone abitudini, quando si tratta di effettuare la ricarica, consentono di prolungare il ciclo vitale della stessa.

La prima regola da seguire è di ricaricare la batteria a freddo. Ciò significa che l’alimentazione va effettuata almeno un’ora dopo il suo ultimo utilizzo.

Un altro buon accorgimento, riguarda il momento in cui caricare la batteria. Come avviene per la maggior parte di smartphone moderni infatti, non è consigliabile aspettare che questa si esaurisca completamente.

Solitamente, i produttori consigliano di attendere sino a quando la batteria si trova tra il 10 e il 20% prima di effettuare la ricarica. Sempre per tutelare l’integrità della batteria – ma anche del resto della componentistica – è consigliato non usare il monopattino elettrico con temperature attorno allo zero o posizionarlo in zone estremamente calde, come vicino a una stufa o sotto il sole cocente per diverse ore.

Altre operazioni di manutenzioni

A meno che non vi siano istruzioni diverse da parte del produttore, il monopattino va pulito con un semplice panno umido, utilizzando  esclusivamente l’ acqua. Alcol o altre sostanze aggressive possono intaccare la vernice e causare danni anche consistenti al mezzo. Naturalmente bisogna fare attenzione che il liquido non penetri in alcun modo nel motore o che venga a contatto con le batterie.

In questa guida abbiamo cercato di puntualizzare al meglio quali sono i principali errori da non commettere, ma il miglior consiglio  resta quello di attenersi al libretto di istruzioni. In ogni caso, i produttori offrono pagine Facebook, caselle email e altri canali per poter ricevere chiarimenti ed eventuale assistenza.


Cosa dice la legge sul monopattino elettrico

Il monopattino elettrico è un mezzo di trasporto legale in Italia? Riguardo questa domanda, effettivamente, vi è molta confusione.

Ciò è causato da una certa indecisione delle istituzioni su come trattare questi mezzi considerati così inusuali. Naturalmente quanto affermato in questa guida si riferisce a metà 2019 e, in futuro, non è detto che i regolamenti possano cambiare anche in maniera sostanziosa. Fino a giusto qualche mese fa, monopattini elettrici e altri mezzi simili non potevano legalmente circolare su strada. Grazie a un emendamento della legge di Bilancio, la situazione però è cambiata.

Vanno però fatte alcune precisazioni. Per i monopattini, così come per hoverboard e skateboard elettrici, le strade restano teoricamente off-limits. Questi mezzi però possono, a determinate condizioni, circolare liberamente in zone specifiche delle città come aree pedonali, marciapiedi e naturalmente piste ciclabili. In tal senso, le singole amministrazioni locali hanno ampie facoltà nello stilare regolamenti per definire dove è possibile o meno utilizzare il proprio monopattino elettrico.

La grande diffusione che tali mezzi stanno avendo, li sta rendendo importanti agli occhi del codice della strada, con segnaletiche appositamente elaborate come si vede in questo allegato della Gazzetta Ufficiale.

Leggi

Secondo le direttive, i monopattini elettrici possono essere guidati sia da maggiorenni che da minorenni, a patto di essere in possesso di patente AM. Non risulta invece obbligatorio il casco o altri tipi di protezioni, contrariamente al giubbotto catarifrangente che deve per forza essere indossato in condizioni di scarsa visibilità.

La velocità massima consentita è di 6 chilometri all’ora, mentre il limite per la potenza di motore è fissata a 500 Watt. Il prodotto inoltre, deve essere certificato con il marchio CE – una caratteristica da tenere in conto se si intende acquistare un monopattino attraverso il mercato asiatico. Come in tanti altri settori, la regolamentazione appare piuttosto lacunosa e per certi versi troppo limitante. Tenendo presente della diffusione sempre più massiccia di questi mezzi però, molto probabilmente nei prossimi anni i regolamenti diventeranno più chiari.

Conclusione

Scegliere un monopattino elettrico adatto alle tue esigenze non è facile. Il mercato offre un’ampia gamma di prodotti sempre più performanti ed è facile perdersi in specifiche tecniche e considerazioni varie.

Di sicuro, questo mezzo di spostamento alternativo è a dir poco interessante e sta conquistando sempre maggiore popolarità. Agilità, velocità, affidabilità e praticità sono alcune caratteristiche assolutamente legate a questo tipo di prodotto che, se acquistato con criterio, sarà in grado di darti delle grandi soddisfazioni.

Share.

Leave A Reply