Penna 3d: quali sono le migliori e come funzionano

0

La penna 3d è un accessorio per aspiranti artisti e non che funziona come una normalissima penna, ma che permette di ottenere oggetti di qualsiasi tipo in plastica.

L’unico limite è semplicemente la propria fantasia !
Sul mercato però ne esistono un’infinità di modelli e spesso orientarsi verso quella giusta può essere difficile.

In questa guida vediamo quali sono le migliori penne 3d e successivamente come sceglierne una, che sia per uso professionali o anche da bambini.
Iniziamo !

Migliore penna 3d

Tra i vari modelli disponibili abbiamo selezionato ben 4 modelli, ognuno dei quali adatto ad un esigenza diversa.
Eccoli nel dettaglio.


3Doodler Create

La miglior penna 3d attualmente disponibile

Funzionalità

Costo

Valutazione

La 3Doodler Create è indubbiamente la penna 3d migliore che si possa trovare al momento in commercio.
Questo marchio è in questa nicchia di mercato sin dalle origini ed i suoi modelli passati si sono sempre fatti apprezzare dal pubblico.

Il profilo triangolare della penna è molto comodo e anche se tenuta in mano per un periodo prolungato non stanca le dita, le quali poggiano sui due tasti posizionati idealmente. Entrambi servono per avviare ed arrestare l’estrusione della plastica a due velocità diverse.
Questo permette di non dover tener premuto costantemente il tasto per disegnare rischiando di causare crampi.

Sulla penna è inoltre presente un’opzione per regolare la temperature a seconda del tipo di filamento che viene utilizzato sia che sia ABS sia che PLA. Purtroppo queste temperature sono fisse e non possono essere adattate, bisogno che tuttavia non si presenta se si utilizzano filamenti prodotti dalle 3Doodler stessa.
Ne esistono ben 75 tipologie diverse e sono ottimizzate per questa tipologia di penna 3d; tuttavia i costi sono leggermente superiori alla media.

Nella confezione, oltre alla penna, il suo alimentatore ed una gamma molto ampia (parliamo di ben 50) di filamenti per iniziare fin da subito a disegnare, si trova anche un kit apposito per rimuovere eventuali ostruzioni che potrebbero crearsi con l’uso della penna 3d e la relativa plastica fusa. Questo è molto importante, dato che le ostruzioni con questa tipologia di gadget sono molto comuni, ed un kit apposito è raramente incluso.

A parte poi è possibile anche acquistare accessori extra, come ugelli di diverse dimensioni per creare tratti di spessore differente.
Rispetto alle concorrenti il prezzo di questa penna è alquanto elevato, ma giustificato dalla sua qualità.

Ricordiamo infine che, anche se molto difficile da trovare in Italia, esiste anche la 3Doodler versione Pro, che si differenzia per un’ancora maggiore qualità ed più ampio margine di configurazione.

In breve

Pro
  • Affidabilità
  • Accessori e tratto
  • Design
Contro
  • Costo elevato
  • Solamente 2 temperature preimpostate
Acquista


TecBoss

Funzionalità

Costo

Valutazione

La TecBoss è una penna 3D che si può piazzare tra l’uso amatoriale e quello professionale, avvicinandosi molto per la qualità dei risultati ottenuti alla 3Doodler.

Oltre ad avere un’ottima costruzione ed essere realizzata con ottimi materiali, questo gioiellino colpisce molto per il grande numero di configurazioni e settaggi che è possibile utilizzare.
Ha infatti ben 8 velocità di estrusione, può utilizzare sia filamenti PLA che ABS ed oltre ad avere dei preset per la temperatura, quest’ultima può essere anche impostata manualmente tramite le frecce che si trovano ai lati del piccolo display LDC integrato sul corpo.
Questa è una caratteristica non comune ed un enorme vantaggio quando si vogliono utilizzare filamenti particolari o si è abbastanza esperti da voler cambiare la temperatura per motivi di resa.

Tra le sue funzioni inoltre è anche previsto un meccanismo anti-inceppamento che aiuta a ridurre la possibilità di eventuali ostruzioni. Purtroppo, ed ovviamente con questa tipologia di oggetto, le ostruzioni sono un problema frequente soprattutto nell’ugello, ed anche se minimizzato da queste tecnologie, è sempre meglio dotarsi di una piccola spatola o del fil di ferro per rimuoverle.

Anche l’ergonomia ed il design della penna sono ottimi. Nella confezione sono presenti anche un porta-penna, due filamenti e l’alimentatore per collegarsi alla presa elettrica.
Il prezzo è eccellente, specialmente in rapporto alla qualità.

In breve

Pro
  • Possibilità di configurazione
  • Prezzo
  • Precisione del “tratto”
Contro
  • Punte non intercambiabili
Acquista


Penna 3D HomeCube

homecube penna 3d

Una penna 3d economica per chi inizia

Funzionalità

Costo

Valutazione

Quella della HomeCube è una penna 3D economica che comunque non sacrifica eccessivamente la qualità del risultato: ottima per chi vuole avvicinarsi a questo mondo.
Nonostante il costo ridotto, la confezione contiene la penna ed il suo tappo, filamenti di 3 colori, dei proteggi dita, dei disegni da ricalcare ed anche un adattatore per utilizzarla tramite presa elettrica. In alternativa può essere comunque alimentata via cavo USB da pc o power bank.

Il supporto a livello di filamento è esteso sia a ABS che PLA, con temperature preimpostate selezionabili attraverso due tasti sul corpo della penna 3d. Una volta selezionata l’opzione desiderata essa appare sul piccolo display LCD integrato.

L’estrusione del materiale plastico avviene in maniera continua e le velocità selezionabili sono ben 4.
Nonostante la penna sia ben struttura il posizionamento dei tasti non è dei più comodi, ma in compenso la forma della penna non soffre di problemi di ergonomicità, rendendo possibile utilizzarla per periodi prolungati senza affaticare la mano.

A fronte del prezzo di tratta indubbiamente di un ottimo acquisto, che come menzionato sopra consigliamo a chi vuole fare i primi esperimenti con questo tipo di penna tridimensionale.

In breve

Pro
  • Prezzo contenuto
  • 4 velocità
Contro
  • Poco accurata nell’estrusione
  • Tasti non posizionati ottimalmente
Acquista


Nulaxy 3D Pen

Una penna 3d per bambini

Funzionalità

Costo

Valutazione

Questa simpatica penna 3d per bambini può costituire un ottimo regalo. La sua forma molto simpatica ricorda quella di un robot ed il suo utilizzo è molto semplificato rispetto ad altri modelli.
Gli occhi del robot sono due led che a seconda del colore indicano lo stato di utilizzo.

Nonostante sia pensata per bambini non bisogna dimenticare che per sciogliere i filamenti plastici, siano ABS o PLA essendo entrambi compatibili, le temperature raggiunte sono piuttosto elevate. 
La penna in se può essere tenuta in mano senza problema alcuno, ma l’ugello di estrusione tende a diventare incandescente: essendo una penna 3d pensata per i bambini il produttore ha però ben pensato di includere due proteggi dita in plastica che aiutano a proteggere da eventuali scottature.

L’alimentazione avviene tramite USB (ed un powerbank può essere utilizzato per alimentarla) ed è presente un tasto per l’estrusione continua. 
Sono presenti anche comandi vocali, ma purtroppo solamente lingua inglese, mentre nel libretto delle istruzioni troviamo anche la sezione in lingua italiana.

Nella confezione, oltre alla penna ed ai proteggi dita troviamo una base d’appoggio, 6 filamenti, un caricatore usb ed il relativo cavo, degli stencil per iniziare per creare degli oggetti seguendo delle forme, ed una piccola paletta per staccare i disegni ottenuti da quest’ultimi.

In breve

Pro
  • Affidabilità
  • Accessori e tratto
  • Design
Contro
  • Costo elevato
  • Solamente 2 temperature preimpostate
Acquista


Lix Pen UV

La Lix PEN è una penna 3d che ha riscosso un enorme successo con la sua prima versione. Attualmente è in corso la produzione di un modello successivo chiamato Lix PEN UV che promette di essere un’ancora migliore penna 3d rispetto alla precedente.

Non l’abbiamo inserita nel nostro articolo in quanto nessuno dei due modelli è attualmente disponibile in Italia, motivo per il quale non possono essere recensiti. 


Che cos’è e come funziona la penna 3d

3Doodler_Create_Plus

La penna 3d, è un particolare tipo di penna che invece di utilizzare del comune inchiostro sfrutta un filamento di plastica. In questo modo il “disegno” realizzato non è più in due dimensioni ma tre, dando la possibilità di creare veri e propri oggetti.

Con la penna stampante 3d, talvolta così chiamata, è quindi possibile realizzare giocattoli, decorazioni, gioielli  e molto altro, il cui unico limite è la nostra immaginazione.
Quelle professionali possono essere anche utilizzare per creare prototipi e bozze di oggetti che si vuole poi andare a mettere in produzione.

A differenza di una stampante 3d inoltre sono meno ingombranti, non richiedono la realizzazione di un progetto e sono più semplici da utilizzare.

Come funziona 

cartolina con decorazioni in penna 3dIl principio di funzionamento di una penna 3d è relativamente semplice: nella sua parte superiore viene inserito un filamento plastico, che può essere di due tipi come vedremo qui sotto, il quale viene portato a temperatura di fusione, intorno ai 230° a seconda del materiale utilizzato.
Ovviamente l’esterno della penna è isolato, e questo ci permette di tenerla in mano senza problemi.

Alla pressione di un bottone la plastica fusa viene quindi estrusa ad un velocità e temperatura generalmente regolabili. Essa si fredda e solidifica quasi istantaneamente,  andando così a permetterci di ottenere il nostro disegno.

Il principio non è nuovo, e se ci riflettete bene è praticamente lo stesso di una pistola per la colla caldo.


Filamento della penna 3d: quali sono e come differiscono

Sulle penne 3d possiamo trovare principalmente due tipologie di filamenti: ABS e PLA.

  • Filamento ABS: sta per acrilonitrile-butadiene-stirene. Questo materiale è un termo-polimero molto diffuso ed è lo stesso materiali con il quale sono realizzati i Lego.
    E’ un materiale ottimo utilizzato anche in altri tipi di costruzioni, come ad esempio gli interni delle automobili per via della sua resistenza e durevolezza.

    La sua temperatura di fusione è alta (circa 230° C) ed ha la caratteristica di emettere fumi che non andrebbero respirati direttamente: è bene quindi non mettere il visto direttamente sopra il disegno che si sta realizzando e farlo in un ambiente ben ventilato. Bisogna anche considerare però che una moderna penna 3d permette di impostare una temperatura adatta limitando così i fumi emessi al minimo.
  • Filamento PLA: questa sigla sta per acido polilattico, ed anche in questo caso si tratta di un termopolimetro ottenuto dalla fermentazione del mais (attenzione perché ciò non lo rende comunque biodegradabile).
    Al contrario del materiale precedente esso è meno resistente e più delicato, ma ha un punto di fusione minore intorno ai 190° C. Questo è un dettaglio non trascurabile, in quanto essendo la temperatura inferiore, ci sono meno possibilità che esso si deformi durante il processo di raffreddamento

    Il PLA inoltre non emette fumi tossici (ma deve essere estruso alla temperatura giusta) ed ha un costo minore rispetto ad un filamento ABS.
    Gli oggetti realizzati con questo materiale inoltre, tendono ad avere una finitura più lucida e brillante donando un miglior effetto visivo.

filamenti in pla

Esistono poi anche tutta una serie di filamenti per penna 3d più particolari e generalmente riservati ad un utilizzo professionale. Tra questi ci sono:

  • Filamenti petg: simili in resistenza all’ABS ma con temperature di fusione inferiori
  • Filamenti Wood: sono realizzati con una miscela di legno (generalmente bamboo) e PLA. Permettono, come avrete intuito, di ottenere un effetto legno
  • Filamenti metal: come sopra, ma per ottenere effetti metallici. Attenzione perché la temperatura di fusione varia molto a seconda dell’effetto metallico ottenibile (oro, argento, ecc..).

Un’altra recente innovazione è la penna 3d ad inchiostro freddo. Queste non utilizzano un filamento, ma delle cartucce con un inchiostro plastico che va riscaldato a temperature bassissime. Questo le rende molto sicure per i bambini, ma il risultato non è molto professionale e/o preciso.


Caratteristiche tecniche

Nel momento in cui ci apprestiamo a scegliere la migliore penna 3d in base alle nostre necessità, è bene fare attenzione ad alcune caratteristiche tecniche.
Queste infatti caratterizzano l’utilizzo di una penna 3d, andando quindi ad influire sui materiali utilizzabili, gli oggetti ottenibili ed anche le tecniche di disegno usate.

Vediamo quali sono i più importanti.

  • Tipologia di controlli – La capacità di controllo ed i settaggi di una penna 3d possono variare ampiamente. 
    Alcune permettono di regolare la velocità di estrusione, aiutando così ad adattarla in base al tipo di oggetto che si deve realizzare. Un tasto molto comodo in questo caso è quello per l’estrusione continua che permette di far fuoriuscire la plastica fusa costantemente senza dover tener premuto alcun tasto.
    Su altri modelli inoltre è anche possibile regolare la temperatura di utilizzo, consentendo quindi di fare uso di un maggior numero di tipologie di filamente e garantendo una maggiore versatilità.
  • Tipologia di filamenti supportati – Come abbiamo visto sopra le proprietà di ogni filamento permettono di realizzare oggetti dotati di caratteristiche diverse. 
    Proprio per questo motivo è bene scegliere una penna che permetta di utilizzare un ampio numero di filamenti in modo da avere flessibilità. Generalmente tutte le penne di ultima generazione supportano sia il PLA che l’ABS.
  • Punte intercambiabili – Le la nostra penna 3d è dotata di questa caratteristica, possiamo disegnare3doodler in azione con tratti di diverso spessore ed avere risultati migliori a livello di definizione. Si tratta in genere di una peculiarità riservata ai modelli professionali.
  • Comfort di utilizzo – Considerando che dovremmo tenere in mano questo gadget per un periodo di tempo prolungato, il grip, il design e l’ergonomia dovrebbero essere fattori da non sottovalutare assolutamente.
    Questo ci permetterà di utilizzare la penna per periodi prolungati senza affaticare la nostr mano.
    Molto importante è anche che i tasti siano posizionati ottimalmente in modo da essere facilmente raggiungibili e poter cambiare le impostazioni rapidamente mentre si disegna.
  • Portabilità –  Le penne 3d devono essere collegate ad una presa elettrica per poter funzionare correttamente. In questo caso bisogna però assicurarsi che il cavo di alimentazione sia lungo a sufficienza da permette di lavorare agilmente.
    Alcuni modelli meno professionali e performanti possono anche funzionare alimentati da una porta USB che fornisca almeno 2A di potenza in uscita o una batteria integrata ricaricabile.
  • Sicurezza – Questo punto è l’ultimo nella lista, ma dovrebbe essere il primo per importanza. Assicuratevi che la penna 3d scelta sia dotata delle necessarie certificazioni e sia realizzata per limitare al massimo l’emissione di fumi.

Penna 3d e prezzo: cosa aspettarsi

Il prezzo di una penna 3d varia ampiamente da poche decine di euro fino ad anche qualche centinaio in base alla qualità e caratteristiche della stessa.

Prima di considerare quanto spendere la prima cosa da tenere in considerazione è il tipo di utilizzo che se ne deve fare: professionale o amatoriale ? Deve poter essere utilizzabile da bambini ? 
Questo vi permetterà di orientarvi poi sul modello più adatto alle vostre esigenze.

Un altro costo che va preso in considerazione ma che spesso viene sottovalutato è quello dei filamenti. In realtà i costi negli ultimi anni si sono vertiginosamente abbassati, fatta eccezione per filamenti più particolari come i wood ed i metal.

Conclusione

Ora che avete scelto la migliore penna 3d per le vostre esigenze non vi resta che collegarla, inserire il filamento che preferite ed iniziare a disegnare.

Ricordatevi sempre di prendere le adatte precauzioni, come l’utilizzarla in un ambiente ben areato e fare attenzione a non toccare la plastica fusa appena estrusa.

Share.

Leave A Reply