Playstation Classic: anche Sony punta sulla nostalgia

Seguendo il percorso già tracciato da Nintendo con NES mini e SNES mini, Sony si prepara a lanciare sul mercato PlayStation Classic.

Come è facile intuire (perlomeno per i videogiocatori non giovanissimi) si tratta di una riproduzione miniaturizzata della prima e storica PlayStation, console che ha debuttato sul mercato videoludico nel corso dell’ormai lontano 1994. Il successo straordinario raccolto dal prodotto del colosso giapponese ha dato il via a una serie di console che costituiscono tutt’ora un successo straordinario.

Per quanto riguarda i preordini, PlayStation Classic si sta avviando rapidamente verso il sold out, con le mini console che saranno poi spedite ai clienti nel periodo delle feste al prezzo di 100 euro. La stessa data di uscita, prevista per il 3 dicembre, ricalca il giorno d’uscita sul mercato della console originale.

PlayStation Classic sarà solo un cimelio da esposizione o sarà qualcosa in più?

Analizzando da vicino PlayStation Classic, possiamo apprezzare come si tratti di un dispositivo del 45% più piccola rispetto all’originale, pur ricalcando lo stesso design nei più minimi dettagli. Stesso discorso per controller (ne sono presenti due) e per la stessa confezione che, per il piacere dei collezionisti, saranno fedeli a quelli originali.

Ciò che importa a chi vuole vivere questa console e non tenerla semplicemente su una mensola, sono però i giochi contenuti. Sony ha assicurato che saranno 20 i titoli disponibili, tra i quali figurano sicuramente Tekken 3, Final Fantasy VII, Jumpung Flash, Ridge Racer Type 4 e Wild Arms. Per quanto riguarda i restanti 15 nomi, il tutto resta ancora avvolto nel mistero.

Titoli di sicuro impatto, ai quali però non sarà possibile aggiungere nuovi giochi in futuro. Oltre a questo limite, va detto come utilizzando la mini console non vi sarà la possibilità di collegarsi al PSN, dunque niente trofei e modalità online. Dunque, titoli a parte, esistono alcuni limiti strutturali che sono solitamente comuni nelle riedizioni nostalgiche delle vecchie console: per capire se effettivamente vale la pena spendere 100 euro per un dispositivo del genere, dovremo aspettare le prossime feste aspeddando di trovare PlayStation Classic sotto l’albero di natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *